Terremoto Ischia: crolli, feriti e dispersi, evacuato ospedale

Scritto da , 21 agosto 2017
image_pdfimage_print

Sono numerosi i crolli e le evacuazioni a Ischia, per la scossa di terremoto di magnitudo 3,6 che ha fatto tremare l’isola del Golfo di Napoli alle 20,57. Nel comune di Casamicciola sono crollate una palazzina abitata in piazza Maio e una chiesa del Purgatorio e ci sarebbero alcuni feriti e dispersi. L’ospedale Rizzoli di Lacco Ameno e’ stato evacuato dopo l’individuazione di alcune crepe, ad eccezione di cinque pazienti intubati. Sono in atto verifiche da parte della Protezione civile Regione Campania. Le squadre che al momento stanno effettuando i controlli, si legge in una nota, sono state attivate immediatamente poiche’ erano impegnate sull’isola per Il servizio antincendio boschivo. Il presidente della Regione, Vincenzo De Luca, ha gia’ allertato l’intera struttura regionale di Protezione civile. A Ischia si tramanda il ricordo del terremoto del 28 luglio 1883 di magnitudo 5,3 nella localita’ di Casamicciola che causo’ 2.300 morti. Il vicesindaco di Casamicciola: “Siamo preoccupati, la scossa è stata fortissima” “In Piazza Maio a Casamicciola (Ischia) ci sono case che hanno subito grossi crolli. Al momento non sappiamo di feriti. Ma speriamo non ci sia nessuno sotto le case che hanno avuto crolli ingenti. Siamo molto preoccupati. La scossa qui è stata avvertita fortissima”. Così al telefono con LaPresse Giuseppe Silvitelli, vicesindaco di Casamacciola, comune dell’isola di Ischia dove si è registrata una scossa sismica 3.6. Il vicesindaco aggiunge: “Mi hanno riferito che ci sono lesioni anche nel palazzo del Comune di Casamiccola”.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->