Terme Campione: Il comitato non si ferma “Continueremo le nostre azioni giudiziarie”

Scritto da , 18 settembre 2015

Mentre proseguono gli scavi per la realizzazione di nuovi fabbricati nell’area di Terme Campione, il locale comitato lancia il nuovo appello e la nuova denuncia. «Proseguiremo le nostre azioni giudiziarie», dicono i residenti della zona contrari alla costruzione di palazzi nell’area dove un tempo sorgevano le terme. «Assistere all’azione dell’uomo che tenta di fermare il flusso prezioso dell’acqua sulfurea che continua a sgorgare nonostante le colate di cemento che non riescono ad intrappolarla è uno spettacolo che fa male al cuore. I cittadini salernitani che si oppongono alla cementificazione dell’area delle Terme Campione – rincarano – proseguono nelle azioni giudiziarie e chiedono alle Istituzioni tutte di intervenire immediatamente per evitare l’ennesimo scempio ambientale nella città di Salerno. Nonostante il decremento demografico e le errate previsioni del Puc salernitano in città si continua incessantemente a costruire. Viceversa una buona amministrazione comunale avrebbe dovuto valorizzare il bene prezioso come le antiche acque termali di Salerno, prevedendo la realizzazione di un Polo termale che avrebbe avuto effetti positivi anche sul turismo cittadino. Grave è anche il comportamento della Soprintendenza che non ha vigilato attentamente sul progetto di realizzazione di mega condomini privati e consente la prosecuzione della edificazione, nonostante il Comune non abbia ancora rilasciato i titoli in variante. Il comitato – concludono – prosegue con determinazione nelle proprie azioni giudiziarie, a mezzo dei propri legali, per tutelare l’area sensibile e preziosa delle Terme Campione ed in ogni caso sollecita tutte le Istituzioni competenti a far sospendere l’edificazione». (andpell)

Consiglia