Telefonino e lettore Mp3 nella cella di Peppino Amato jr

Scritto da , 5 luglio 2014

Una perquisizione a sorpresa nella cella di Fuorni dove è recluso Giuseppe Amato jr e altre 4 persone ha portato alla scoperta di un cellulare e di altro materiale tecnologico. In particolare le guardie hanno ritrovato, oltre al telefonino, anche 2 cavetti Usb, un cavo di batteria compatibile con lo stesso cellulare, 2 lettori Mp3 di cui uno dotato di una scheda Sim. La scoperta, avvenuta lo scorso 17 giugno, ha portato la procura della Repubblica ad aprire un’inchiesta per verificare a chi appartenesse il materiale e come sia stato possibile farlo entrare all’interno del carcere. Capire cioè se è stato possibile anche con la complicità di qualche guardia carceraria.

Oltre ad Amato jr nella cella ci sono Antonio Esposito di Napoli, Giulio Montefusco di Scafati (arrestato in un blitz di droga lo scorso anno nell’Agro nocerino sarnese), Tiziano Alacqua di Eboli e un marocchino. L’avvocato di Giuseppe Amato jr fa sapere che il suo assistito “è estraneo alla vicenda e che il vero possessore del materiale sarebbe stato individuato nel corso delle indagini”.

Consiglia