Tefa, il maxi elenco dei Comuni che devono versare il tributo

Scritto da , 9 agosto 2017
image_pdfimage_print

Andrea Pellegrino

Non solo Salerno e Sarno. L’elenco dei comuni morosi verso il tributo ambientale rivendicato dalla Provincia di Salerno, è lunghissimo. Ci sono quasi tutti i comuni che non hanno versato ancora il Tefa degli anni 2014 e 2015. Per quanto riguarda il 2013 qualche giorno fa, l’amministrazione comunale ha affidato ad un gruppo di avvocati il recupero delle somme da parte di alcuni comuni. Per ora, per il 2013, mancherebbero gli incarichi per riscuotere quanto dovuto da Salerno città e dalla stessa Sarno, Comune, quest’ultimo, guidato dall’attuale presidente Giuseppe Canfora.
Per gli anni successivi, le procedure esecutive ancora non sarebbero state attivate da Palazzo Sant’Agostino. E tra i principali Comuni morosi per le due annualità, ecco chi figura: Agropoli, 126.129 euro per il 2014 e 135.991 per il 2015; Mercato San Severino, 141.657 euro per il 2014 e 113.843 per il 2015; Capaccio, 162.502 euro per il 2014 e 196.272 per il 2015; Eboli, 76.928 euro per il 2014 mentre nessuna somma è dovuta per il 2015;Castel San Giorgio, 109.668 euro per il 2014 e 93.011 per il 2015; Fisciano, 210.151 euro per il 2014 e 163.158 per il 2015; Baro- nissi 24mila euro per il 2014 e 102.080 per il 2015; Battipaglia, 491.038 euro per il 2014 e 468.023 per il 2015; Nocera Inferiore, 317.766 euro per il 2014 e 330.139 per il 2015; Cava de’ Tirreni, 493.797 euro per il 2014 e 328.954 per il 2015; Pontecagnano Faiano, 161.885 euro per il 2014 e 181.761 per il 2015; Scafati, 81.398 euro per il 2014 mentre nessuna somma è dovuta per il 2015; Vietri sul Mare, 62.757 euro per il 2014 e 49.819 per il 2015. Il totale, riguardante le somme che quasi tutti i Comuni della provincia ancora devono versare nelle casse dall’amministrazione di palazzo Sant’Agostino, è di 7.043.190,58 euro per il 2014 e di 6.973.588,59 euro per il 2015.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->