Tecnis e collegate ‘asservite’ a cosa nostra catanese: sequestro alla ditta di Porta Ovest

Scritto da , 23 febbraio 2016

I Carabinieri del Ros hanno eseguito un importante provvedimento emesso dalla sezione misure di prevenzione del locale Tribunale che ha disposto l`amministrazione giudiziaria delle società Tecnis spa, Artemis spa e Cogip holding srl ed il sequestro delle relative quote ed azioni, per un valore superiore ad un miliardo e mezzo di euro.
L`intervento, richiesto dalla procura distrettuale antimafia di Catania, colpisce tre importanti società del gruppo imprenditoriale Costanzo -Bosco Lo Giudice, attive nel settore della realizzazione di grandi opere infrastrutturali sia in Italia sia all`estero.
Il provvedimento, spiegano gli investigatori, scaturisce da diverse attività investigative del Ros che hanno documentato, nel tempo, il presunto “asservimento del gruppo imprenditoriale alla famiglia catanese di Cosa Nostra, alla quale sono state garantite ingenti risorse economiche ed è stata consentita l`infiltrazione del redditizio settore degli appalti pubblici”. La Tecnis è la ditta che sta costruendo Porta Ovest a Salerno, recentemente sequestrata di nuovo.

Consiglia

Cronaca

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->