Tasse alte, rifiuti alle stelle: la lettera di Celano

Scritto da , 9 Gennaio 2016
image_pdfimage_print

“Il degrado che versa a Salerno è lo specchio di un’Amministrazione che si dimostra ormai incapace di assicurare, nonostante riunioni di vertice e rassicurazioni varie, perfino i servizi essenziali”. Un attacco chiaro e diretto quello che il consigliere comunale Roberto Celano ha lanciato ieri in una lettera indirizzata al sindaco Vincenzo Napoli e all’assessore all’Ambiente Gerardo Calabrese, dalla quale emerge nitido il risentimento nei confronti dell’amministrazione, rispetto allo stato di degrado che vive la città di Salerno. Dietro Luci d’Artista, il Capodanno in piazza, gli eventi culturali e ludici, che conferiscono lustro al capoluogo, si celano un lato oscuro e contraddizioni che non possono più essere ignorate: “Nel mentre i Salernitani pagano la tassa dei rifiuti più alta d’Italia, nel mentre le loro case sono inondate in questi giorni di avvisi di accertamento con pretese impositive spesso infondate, i marciapiedi di quasi tutti i quartieri della città trasbordano di rifiuti di ogni genere – continua Celano – Si lamenta, inoltre, la manutenzione di strade e di verde pubblico con grave nocumento per l’igiene pubblica e la qualità della vita dei cittadini”. Una città non solo luci, ma anche ombre, dunque, che richiede interventi urgenti e determinanti. Non suonano nuove, in realtà, le serie problematiche sulle quali il consigliere ha posto l’accento, che inficiano la vivibilità della città, ledendone anche l’immagine. E’ di appena una settimana fa, infatti, il grido di protesta, tramutatosi poi in appello per la sicurezza e per l’intensificazione dei controlli nella aree interessate, rivolto all’amministrazione comunale, di Ermanno Minoliti, presidente del comitato del centro storico, che aveva, allo stesso modo del consigliere, ben messo in evidenza i disagi nei quali si imbattono quotidianamente i cittadini della Salerno vecchia, a causa della sporcizia e dell’incuria, evidenti, in particolare, durante e a seguito del periodo festivo, quindi in occasioni di grandi eventi come Luci d’Artista, e che hanno visto il crearsi di vere e proprie micro discariche, soprattutto nel centro e nelle zone centrali e alte della città. Una condizione non felice che, all’alba del nuovo anno, ha visto la discesa in campo dello stesso primo cittadino, come testimoniano gli ormai noti scatti che lo ritraggono impegnato a raccogliere rifiuti nella centralissima via Roma, in nome della salvaguardia dell’igiene e del decoro urbano. Un gesto simbolico ed esemplare, ma che da solo non basta: “Il Sindaco e l’Assessore prendano atto del fallimento ed assumano immediate, risolutive e conseguenti deliberazioni”, conclude Celano.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->