Tarsu al Mercato ortofrutticolo: al Comune i 261mila euro

Scritto da , 13 ottobre 2018
image_pdfimage_print

A novembre dello scorso anno il Comune di Nocera Inferiore aveva perso il primo round davanti ai giudici della Commissione Tributaria per il caso Tarsu del Mercato ortofrutticolo di Nocera/Pagani. Avrebbe dovuto perdere centinaia di migliaia di euro. Invece la Commissione tributaria regionale ribalta la decisione della Commissione provinciale e dà ragione al Comune di Nocera Inferiore che potrà incassare i 261 mila euro di accertamenti Tarsu inviati al Mercato ortofrutticolo di Nocera-Pagani relativamente agli immobili che ricadono nel territorio nocerino. Una vittoria importante e nella fattispecie una affermazione del diritto tributario che porterà nelle casse del Comune l’ingente cifra. Il Consorzio aveva presentato ricorso dinanzi alla Commissione provinciale che il 17 novembre dello scorso anno si era pronunciata a favore del Consorzio. Gli accertamenti sul mancato pagamento della Tassa sui rifiuti solidi urbani sono stati avviati nel 2015 a valere anche sugli anni 2011, 2012, 2013 e 2014. «Il Comune di Nocera Inferiore ha diritto di tassare gli immobili del Consorzio ortofrutticolo dell’Agro Nocerino sarnese che ricadono nel territorio comunale». L’assessore alle Politiche finanziarie Mario Campitelli esprime soddisfazione per l’importante vittoria ottenuta in Commissione tributaria regionale che ha ribaltato la sentenza di primo grado e ha riconosciuto la legittimità degli accertamenti Tarsu emessi dal Comune di Nocera Inferiore annullati in primo grado.

Consiglia

Lascia un commento

Puoi eseguire il login con Facebook

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per completare inserire risultato e prosegui * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->