Tari a Salerno, «Almeno 15 milioni in più»

Scritto da , 30 Agosto 2015
image_pdfimage_print

di Andrea Pellegrino

«Il calcolo per la quantificazione della tariffa è completa- mente sbagliato». Il consigliere comunale Roberto Celano an- nuncia battaglia ora che il bilancio di pre- visione arriverà in commissione (marte- dì) e poi in aula con- siliare per l’approva- zione definitiva. Una tariffa elevata, per Celano: «Si inse- riscono nel piano economico da copri- re con la tariffa costi che non attengono al ciclo integrato dei rifiuti o che non vanno considerati ai fini della quantificazione della tariffa. Sono fi- ducioso sul fatto che riusciremo a vince- re la nostra battaglia ed a far ridurre da su- bito la Tari. In caso contrario chiederò l’in- tervento della Corte dei Conti e della Pro- cura affinché verifichi se si può ipotizza- re un tentativo di truffa ai danni dei cit- tadini».
A fronte dei quasi 41 milioni di euro iscrit- ti dall’amministrazione comunale (quin- di si parta di 312 euro a cittadino) secondo Celano ci sarebbero almeno 15 milioni da stornare. «Ciò consentirebbe una sostan- ziale riduzione della tariffa a carico dei cit-
tadini – spiega il con- sigliere comunale – Questa sarà la bat- taglia per rimodula- re i costi della Tari. Vedremo cosa acca- drà in commissione e in Consiglio co- munale». Attende gli atti in commissione anche il consigliere comunale d’opposi- zione Antonio Cam- marota. «Martedì in commissione avrò il quadro completo della situazione. Ve- dremo come sono arrivati a ciò». Annuncia una pro- testa eclatante Ro- sario Peduto, refe-
rente cittadino del movimento “Noi con Salvini”. «Se non cambieranno le cose – spiega Peduto – proporrò lo sciopero fi- scale. Ho intenzione in tal senso di avan- zare questa proposta durante i giorni del- la protesta nazionale promossi da Matteo Salvini. Ne parlerò ora con il gruppo di- rigente provinciale, al fine di dare un ta- glio locale alla manifestazione».
«E’ insopportabile – prosegue Peduto – questo carico fiscale a carico di cittadini e di commercianti. Per un servizio che non funziona con una differenziata che cala sempre di più. Ora basta».

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->