Salerno. Arrestata ladra e denunciate altre tre donne con arnesi da scasso per furti in abitazione

Ancora un buon risultato della Polizia di Stato salernitana nell’ambito dell’attività di contrasto alla criminalità diffusa, con particolare riferimento alla prevenzione dei furti in abitazione.

Nella giornata di ieri, infatti, gli agenti della Sezione Volanti della Questura, nell’ambito degli intensificati servizi di controllo del territorio, hanno arrestato una donna di nazionalità serba, di anni 30, destinataria di un mandato di cattura, dovendo scontare 1 anno e 10 mesi di carcere per un furto aggravato commesso tempo addietro a Firenze.

La donna è stata fermata dai poliziotti, in via Silvio Baratta a Salerno, insieme ad altre tre giovani donne straniere, tutte provenienti dal campo nomadi di Napoli – Scampia, a seguito della segnalazione fatta da alcuni cittadini al “113” circa la loro presenza sospetta nei pressi di un androne condominiale.

La perquisizione ha consentito ai poliziotti di trovare addosso ad una delle altre tre donne, anch’ella serba di anni 24, numerosi arnesi, tra cui torce, cacciaviti, schede di plastica sottili, idonei a forzare ed aprire le porte di abitazioni. La straniera, pertanto, è stata deferita all’Autorità Giudiziaria, in stato di libertà, per possesso ingiustificato di arnesi atti allo scasso.

Nell’ambito degli stessi servizi di vigilanza, i poliziotti delle volanti, nel transitare in Piazza Vittorio Veneto, davanti alla locale stazione ferroviaria, hanno controllato due persone, un rumeno ed un italiano, risultati entrambi destinatari di foglio di via obbligatorio con divieto di far ritorno a Salerno per tre anni. Per tale motivo i due uomini sono stati denunciati a piede libero per inosservanza del provvedimento del Questore.

 




Furto in un’azienda di ceramiche in via Tiberio Felice: arrestato un marocchino

Salerno. da Comunicato satampa Questura.

Ppersonale della Polizia di Stato della Sezione Volanti della Questura, nel pomeriggio di ieri, alle ore 14,20 circa, è intervenuto in via Tiberio Felice a seguito della segnalazione pervenuta al “113” circa la presenza di alcune persone intente a trafugare del materiale edile dall’interno di un’azienda produttrice di ceramiche.

Il tempestivo intervento degli operatori di Polizia ha consentito di bloccare un cittadino straniero mentre stava ancora caricando delle piastrelle a bordo di un’autovettura Fiat Punto. I complici dell’arrestato alla vista della Polizia sono riusciti a fuggire.

Lo straniero, marocchino di anni 37, è stato pertanto arrestato per furto e sottoposto momentaneamente agli arresti domiciliari in attesa del rito direttissimo da svolgersi presso il Tribunale di Salerno.

Il materiale rinvenuto, al momento posto in sequestro, è stato affidato in giudiziale custodia al responsabile della ditta.

Anche l’autovettura in uso ai malfattori, cosi come gli attrezzi atti allo scasso, usati per forzare il cancello di ingresso della struttura, sono stati sottoposti a sequestro.

Sono in corso ulteriori indagini per l’identificazione dei complici.




Salerno,picchiato noto avvocato a Sala Abbagnano

Indagini serrate sull’aggressione subita da un giovane e noto avvocato di Salerno mentre era in auto in compagnia di un’amica. E’ accaduto a Sala Abbagnano, dove il professionista abita. Tre ragazzi, giunto sul posto in auto, hanno prima fermato la vettura sulla quale l’avvocato viaggiava insieme ad alcuni amici e poi hanno tirato fuori bastoni e mazze da baseball cominciando a picchiare duro sulla carrozzeria della macchina. In pochi attimi, nell’abitacolo, s’è scatenato il panico.

Il professionista e le persone presenti in auto erano in balia della furia del gruppo, che dopo aver semidistrutto la vettura, hanno diretto la loro rabbia proprio contro il giovane avvocato, prendendolo a pugni prima di darsi alla fuga. Sul posto sono giunti per i primi accertamenti i poliziotti delle Volanti, diretti dal vicequestore Rossana Trimarco, mentre le indagini in corso sono a cura della Squadra Mobile, diretta dal vicequestore Claudio De Salvo.