“Salerno è una città di sola immagine, non c’è lavoro”

 

di Brigida Vicinanza

Rapporto tra sindacato e politica, ieri l’Ugl ha approfondito il tema durante la conferenza programmatica a Salerno. Durante l’incontro tanti gli interventi, tra cui quello del segretario nazionale Francesco Capone e di Franco Bisogno, segretario provinciale del sindacato: “Oggi l’argomento a Salerno è il rapporto con la politica, un rapporto che io ritengo sia necessario ma nel rispetto delle regole, il sindacato è una cosa, la politica un’altra. Forse la politica ha perso contatto con la realtà”, ha dichiarato Bisogno: “Qui la realtà è molto complessa. Oggi Salerno è solo una facciata, una cartolina perché posti di lavoro a Salerno ce ne sono ben pochi e abbiamo varie vertenze. Le due vertenze principali sono quelle che riguardano le Fonderie Pisano e l’Arechi Multiservice la società gestita dalla Provincia, che non riesce a pagare i dipendenti per fare manutenzione alle scuole e alle strade provinciali, siamo agli onori della cronaca per il masso di Acquara – ha conclusola situazione salernitana poi sul lato industriale è quella che è, sappiamo tutti quante fabbriche sono chiuse quindi è delicata. La disoccupazione è arrivata ai massimi storici”.

 




Polizia municipale: arrivano gli straordinari, rientra la protesta

di Carmine LANDI

BATTIPAGLIA. Il Comune pagherà gli straordinari ai vigili urbani.

Ieri mattina il sereno colloquio risolutivo, al quale hanno preso parte il comandante di polizia municipale, Giorgio Cerruti, il segretario generale comunale, Salvatore Massi, e le Rsu Ugl, Francesco Germano e Alessandro Clarizia, e Cisl Fp, Massimiliano Corrado e Felicia Procida.

Massi ha fatto sapere che gli uffici finanziari del municipio sono riusciti a reperire i fondi per retribuire il lavoro straordinario svolto in passato dai caschi bianchi. Non soltanto i 6mila euro per il lavoro supplementare svolto durante le festività estive del 2012, che gli agenti dovrebbero ritrovarsi in busta paga già nel mese di luglio, ma pure i 20mila per gli straordinari eseguiti nel novembre del 2014, in occasione del disinnesco dell’ordigno bellico di via Parmenide, oltre agli emolumenti per il periodo delle elezioni regionali di quest’anno.

Di conseguenza, la protesta è rientrata, e i vigili si sono resi disponibili a effettuare i prossimi turni straordinari, giacché si tratterebbe di lavoro calendarizzato con largo anticipo e con gettone già stanziato.

Diverso il discorso riguardante il capitolo pettorine. Il guardaroba è sguarnito, e i rappresentanti sindacali hanno promesso di cercare di venire incontro alle richieste municipali, indossando l’uniforme in qualche occasione. Per ora, tuttavia, si dovrebbe restare in pettorina. S’attende il nuovo regolamento, al quale dovrebbe seguire un inventario per capire cosa serve ai caschi bianchi: di lì, s’indirà una gara che, in autunno, dovrebbe far da preambolo all’agognata vestizione, attesa dal 2009.

«Siamo soddisfatti – hanno dichiarato le Rsu ai nostri taccuini –  perché ciò che noi volevamo era un metodo: ora dovremmo averlo».




Polizia municipale: i sindacati diffidano il Comune

di Carmine LANDI

BATTIPAGLIA. Vigili urbani in stato d’agitazione: i sindacati provinciali diffidano il Comune.

Nella giornata di ieri, infatti, i cartelli a tutela dei lavoratori hanno protocollato una nota a Palazzo di Città.

Nel documento, che porta la firma dei sindacalisti provinciali Pasquale Fernicola (Cgil Fp), Vincenzo Della Rocca (Cisl Fp), Donato Salvato (Uil Fp) e Gerardo Maddaloni (Ugl), si fa notare  che «il lavoro straordinario utilizzato come fattore ordinario di programmazione del tempo di lavoro genererebbe una precisa responsabilità extracontrattuale ed erariale».

Sulla quaestio straordinari, i sindacati ribadiscono che «il datore di lavoro può tenere conto solo delle prestazioni dovute dal dipendente nell’ambito del suo normale orario di lavoro d’obbligo contrattualmente stabilito». Se ciò non venisse tutelato, tuonano i provinciali, ci si farà valere attraverso le sedi opportune. I caschi bianchi restano in attesa. In pettorina.

Una conquista, però, l’hanno già ottenuta. In serata, infatti, il comandante Giorgio Cerruti ha ritirato i fogli di servizio che prevedevano orari di lavoro a tempo indeterminato per la festa della Speranza – da oggi a lunedì -: si lavorerà dalle 15:30 alle 24 in punto.