Scafati. Tagli alla spesa a favore del sociale. La proposta al Bilancio dei movimenti di centrosinistra

Di Adriano Falanga

“Superando propaganda e polemiche strumentali, abbiamo proposto all’amministrazione comunale di Scafati di tagliare alcune voci del bilancio inerenti ai costi della politica, e di destinarle verso progetti di contrasto alla povertà”. Arriva così sul tavolo di Pasquale Aliberti anche la proposta congiunta dei movimenti di centrosinistra Primavera Non Bussa, Act, Giovani Democratici e Scafati Arancione. Nel dettaglio si chiede: ridurre del 20% le spese per le indennità del Sindaco, ridurre del 40% le spese per i gettoni di presenza delle Commissioni consiliari, ridurre la voce di spesa per lo Staff del Sindaco, ridurre la voce di spesa in bilancio per la “Comunicazione” del 50%, invitare le partecipate del Comune – A.C.S.E.e Scafati Sviluppo – a farsi promotrici di analoghi risparmi presso i propri Consigli di Amministrazione.

“Dalla predetta operazione di risparmio possono ricavarsi non meno di € 100 mila euro – spiegano i portavoce Michele Grimaldi, Raffaella Casciello, Gaetano Savino e Francesco Carotenuto – somma che può essere messa in bilancio sotto la nuova voce: “Lotta alle nove forme povertà” finanziare progetti volti non tanto alla vecchia forma di assistenza come quella del “pacco”, bensì a nuove modalità che includano anche forme di responsabilizzazione nei confronti dei soggetti aiutati. Si cita, a titolo di esempio, il progetto della“Casa di Francesco” portato avanti dal M.A.S.C.I. di Scafati con passione e con autofinanziamenti”.




Scafati. Aliberti sul Bilancio apre alle forze extraconsiliari: “portatemi proposte”

In merito all’approvazione del Bilancio prevista nel prossimo Consiglio Comunale, il sindaco di Scafati, Pasquale Aliberti: “Oltre le polemiche di basso profilo sarebbe utile che la politica, quella che non va in vacanza ma continua a lavorare per la Città, provasse a fare proposte. Siamo alla vigilia dell’approvazione del Bilancio, mi faccio carico degli emendamenti che, partiti, movimenti, candidati a sindaco e associazioni (Movimento 5 Stelle, Scafati Arancione, Primavera non Bussa…) oggi non rappresentati in Consiglio Comunale, vorranno proporre all’assise. Pertanto tutti coloro che desiderano sottoporre all’attenzione del Consiglio le proprie proposte sul tema sono convocati per discutere insieme giovedì 23 luglio 2015 alle ore 11 nella stanza del sindaco. Questo anche per comprendere le capacità di chi spesso si limita alle chiacchiere da bar e dei marciapiedi, anche nella prospettiva delle future campagne elettorali. Un modo concreto per valutare i prossimi aspiranti candidati a sindaco di Scafati.”