Sant’Egidio M.A. Cinque candidati: corsa in salita per la riconferma del sindaco

SANT’EGIDIO DEL MONTE ALBINO. È decisamente in salita, dopo la presentazione delle liste, la corsa per la riconferma a sindaco di Nunzio Carpentieri. A sfidare Carpentieri saranno Di Natale, Strianese, Nappi, e l’ex sottosegretario all’agricoltura Luigi Nocera. La presenza alla competizione elettorale del 5 giugno, per la prima volta in città della lista dei 5 stelle, rende difficile qualsiasi pronostico, in quanto i grillini riusciranno a prendere i voti di protesta di tutte le aree politiche. La comunità locale non ha gradito la decisione di carpentieri di lasciare il comune per candidarsi alla regione, dove non è stato eletto per pochi voti, e spero di poter entrare sempre a Palazzo Santa Lucia, sfruttando o l’insuccesso di Gambino(leggi problemi giudiziari) o l’elezione dello stesso in parlamento. “Carpentieri – dicono i cittadini santegidiesi – ha avuto poca sensibilità, delle istituzioni del comune, facendo chiaramente intendere che è più attaccato al potere che al bene del paese. Il comune – concludono i cittadini – non è un bus dove si sale e si scende a proprio piacimento.” Sergio Nappi guiderà la lista sant’egidio si muove, ritenuta vicina al movimento 5 stelle; Antonio Di Natale guiderà una lista civica dove confluiscono giovani con tanta voglia di fare e di diverse espressioni politiche. Le copmagini più competitive che possono scalzare l’ex primo cittadino sono quelle che candidano a sindaco Anna Pia Strianese che candida l’ex assessore Francesco Marrazzo che ottenne oltre 500 preferenze alle ultime amministrative, e vicino a Pasquale Aliberti e alla moglie Monica Paolino. Inoltre nello schieramento della Strianese figurano pezzi da 90 della politica locale, nonché il dottor Leonardo Savarese, una persona stimata e ben voluto nel centro dell’agro che nell’ultima competizione elettorale ottenne un grosso successo personale. Infine la lista che candida a sindaco l’ex sottosegretario Luigi Nocera, anche qui vi sono candidati di peso capaci di poter mischiare le carte. La signora Anna Pia Strainese, maestre elementare con la sua squadra vuol dare una lezione di politica agli esperti Nocera e Carpentieri, sembra che la gente sia con lei, almeno nei sondaggi preliminari e nelle sfide delle piazze dove la docente prevale nettamente.

Carmine Pecoraro




Un 23enne di Sant’Egidio muore mentre lavora in Emilia Romagna

giuliano belmonte

Giuliano Belmonte

SANT’EGIDIO DEL MONTE ALBINO / ANGRI. Tragico incidente sul lavoro nella frazione di Pontelangorino a Codigoro, in provincia di Ferrara.
A perdere la vita il 26enne Gianluigi Belmonte originario di Sant’Egidio del Monte Albino. Il giovane stava lavorando in Emilia per conto di un’azienda salernitana.
Gianluigi è deceduto in  seguito alle gravissime lesioni al capo subite dopo essere stato colpito da un disco metallico, dal diametro di circa 70 centimetri, staccatosi da una gru in movimento che trasportava un connettore. Inutili, purtroppo i soccorsi.
Gianluigi Belmonte era molto noto a Sant’Egidio, in tanti lo ricordano per la sua passione per gli animali. La bruttissima notizia della tragica e assurda scomparsa del ventitreenne si è immediatamente diffusa di bocca in bocca e nella cittadina di Sant’Egidio è sopraggiunta una grande mestizia a pochi giorni dalla Santa Pasqua.




Procedura di stipula degli atti di concessione cimiteriale, a S.Egidio ora si cambia

Sant’Egidio del Monte Albino: C’è un cambio nella procedura di stipula degli atti di concessione cimiteriale. La Giunta Comunale ha deciso, dopo aver esaminato le criticità dell’attuale gestione del cimitero comunale e il rischio di non riuscire a mettere in atto gli interventi di riqualificazione cimiteriali già programmati, di modificare l’attuale sistema di stipula degli atti di concessione cimiteriale che prevedeva la stipula di un atto pubblico amministrativo da dover essere registrato presso l’Agenzia delle Entrate competenti. Tale metodologia prevedeva costi sia per il cittadino che per la stessa amministrazione comunale. Una valida alternativa è stata ritrovata nella forma della scrittura privata non autentica che non necessita di nessuna registrazione. La Giunta comunale, guidata in questa delibera dal vice sindaco De Angelis, ha scelto di seguire un nuovo iter per le concessioni cimiteriali: gli atti di concessione cimiteriale di qualsiasi tipologia potranno essere redatte in forma pubblico-amministrativa, in forma privata autenticata e in forma privata non autenticata. Nel caso in cui il richiedente scelga la forma di scrittura privata non autenticata, gli atti dovranno essere sottoscritti con il Responsabile dell’area e inviati in copia ai servizi cimiteriali comunali. Gli atti redatti in forma di scrittura privata, sia autenticata che non, saranno registrati in un apposito registro gestito dal Servizio Comunale mentre i contratti di concessione di qualsiasi tipologia che superino la misura di 200 euro saranno stipulati in forma pubblico amministrativa e sottoposti all’obbligo di registrazione a cura del segretario comunale.Le sepolture private sono regolate dal regolamento comunale che concede l’uso di aree e manufatti costruiti dal Comune.
Anna De Rosa




Sant’Egidio M.A. Prostituzione sulla SS18, è allarme

SANT’EGIDIO DEL MONTE ALBINO. Diventa sempre più allarmante la presenza di prostitute lungo la Statale 18 e nei pressi del mercato ortofrutticolo. E i cittadini che abitano e lavorano in zona subiscono notevoli disagi.  A denunciare l’incresciosa situazione, il capogruppo di “Ridefiniamo Sant’Egidio”, Anna Pia Strianese (nella foto)  ha inviato un esposto-denuncia al Comandante della Tenenza dei Carabinieri di Pagani, invocando controlli mirati ed interventi specifici.  Contemporaneamente Strianese ha scritto al sindaco Francesco De Angelis chiedendo di predisporre un servizio straordinario della pattuglia della polizia locale nella zona in questione per il tempo necessario affinchè la presenza dei caschi bianchi possa essere da deterrente per le lucciole e per i loro frequentatori. “Il fenomeno- afferma Anna Pia Strianese- sta diventando allarmante. Mi giungono continue segnalazioni dai residenti e dagli operatori commerciali di via Nazionale che, quotidianamente, devono fare i conti con il problema. Ritengo che si debba intervenire subito per porre un freno a tutto ciò. La sicurezza dei nostri cittadini deve essere il centro della nostra azione”.




Sant’Egidio. Il Tg3 intinerante sabato farà tappa nella cittadina scrigno di cultura e bontà

Sant’Egidio del Monte Albino  protagonista in diretta domani nell’edizione delle 14 del Tg Itinerante di Rai Tre.. La cittadina dell’Agro, porta naturale della Costiera Amalfitana, è considerata un eccezionale scrigno prezioso di reperti archeologici, per il suo borgo antico e le importanti tradizioni ed eccellenze agroalimentari. Tutto questo sarà raccontato in diretta da Piazza G.B. Ferrajoli.All’attenzione dei telespettatori i reperti archeologici con i resti della villa romana e l’acquedotto, la fontana Helvius, l’Abbazia di Santa Maria Maddalena e le chiese che conservano pregevoli tele. Ma anche  i palazzi nobiliari, la cultura  e l’economia del territorio con le operose frazioni di San Lorenzo e Orta Loreto e poi le eccellenze agro alimentari con gli agrumi, i limoni e l’arancia bionda di Sant’Egidio, i cachi e le altre tipicità orticole che saranno protagoniste durante l’importante e nota trasmissione televisiva che si avvale della stretta collaborazione dell’Amministrazione Comunale e della Pro Loco. La cittadina che fu patria di Aniello Califano, autore di eccezionali canzoni napoletane come la notissima “O Surdate nammurate”.        (v.v.)




Maltempo. Chiuse anche le scuole di Sant’Egidio M.A.

Il Sindaco facente funzioni Francesco De Angelis comunica ha firmato un’ordinanza di chiusura di tutte le scuole di ordine e grado per la giornata di domani 15 ottobre a causa delle avverse condizioni meteorologiche-.




Nocera I. Deve scontare quasi nove anni di reclusione per violenza sessuale

NOCERA INFERIORE. Dovrà scontare 8 anni, sette mesi e 28 giorni di reclusione per aver sottoposto a violenze sessuali la figlia il 40enne nocerino arrestato dalla commissariato della polizia di Nocera Inferiore. L’uomo, Michele B., da poco trasferitosi a Sant’Egidio del Monte Albino è destinatario di un ordine di esecuzione per la carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica presso la Corte di Appello di Salerno. La condanna è per violenza sessuale e lesioni personali commessi dal 2003 al 2009 a Nocera Inferiore. Michele B. è stato rintracciato dopo giorni di indagini in un mercatino dell’usato a Scafati. Riconosciuto dagli agenti e fermato, l’arrestato è stato poi condotto presso la casa circondariale di Salerno a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.




S. Egidio M.A. Incidente mortale per Alessandro Longobardi

SANT’EGIDIO DEL MONTE ALBINO. Muore mentre è in sella alla sua moto. Perde così la vita, in un incidente la cui dinamica è ancora da ricostruire, il 19enne Alessandro Longobardi. Da una prima ricostruzione, il tragico incidente è avvenuto nel tardo pomeriggio in via Michelangelo Buonarroti, a Sant’Egidio del Monte Albino, nei pressi dell’ufficio postale. Longobardi era in sella a una moto con un amico che ha riportato lievi feriti. Il 19enne, invece, cadendo avrebbe riportato diverse fratture: giunto all’ospedale “Umberto I” di Nocera Inferiore, il giovane sarebbe spirato.
Attimi di tensione all’arrivo dei parenti e degli amici in ospedale, tanto che sono dovuti intervenire una pattuglia dei carabinieri e una della polizia per riportare la calma.
Ai militari della tenenza di Pagani il compito di ricostruire la dinamica del sinistro stradale che pare non abbia coinvolto altri veicoli. Per cause ancora da accertare la moto con le due persone a bordo avrebbe perso l’aderenza con l’asfalto e sarebbe finita contro un muro. Si cerca di stabilire se il giovane indossasse il casco e se le precipitazioni atmosferiche abbiano reso l’asfalto viscido. Si cercano anche eventuali testimoni dell’incidente.
Per la famiglia del giovane, noti e benvoluti rivenditori di pezzi di ricambio nella frazione di San Lorenzo di Sant’Egidio del Monet Albino un altro lutto in pochi giorni fa. Lo stesso Alessandro, il primo agosto scriveva sul suo diario facebook: «Amavi la vita, ma ti è sfuggita come sabbia tra le mani. Un dolore profondo che non si può nè evitare nè cancellare… Chi mai potrà colmare questo dolore, tra lacrime, disperazione. Sento che il tempo si è fermato, correrei ad abbracciarti come una volta, ma ti ricorderò come quando eravamo insieme, sorridenti più che mai». Una frase dedicata alla nonna appena scomparsa ma che ben si potrebbe ora dedicare anche alla sua memoria, di 19enne al quale la vita è sfuggita come sabbia tra le mani.




Sarno. Quattro provvedimenti importanti dal Comune

Vietati i fuochi d’artificio
Il sindaco Giuseppe Canfora vieta l’accensione di fuochi di artificio per preservare l’incolumità fisica e dai rumori la cittadinanza. Il divieto vale per tutte le manifestazioni pubbliche e private. Sono esclusi solo i fuochi in occasione delle feste patronali cittadine,  autorizzati dalla polizia. Anche a Sarno, è diffusa la consuetudine di celebrare manifestazioni, pure private con l’accensione di fuochi d’artificio, anche di notte, con disagio e pericolo per cittadini e animali. Ai trasgressori una multa da 25 a 500 euro.

Saretto in fiamme:  Denuncia dal Comune
Incendio collina del Saretto, il Comune non ha autorizzato i festeggiamenti per la Madonna del Carmine. Esposto del sindacon contro ignoti presentato alla polizia, per accertare eventuali responsabilità per l’incendio boschivo causato, si presume, a seguito dell’accensione dei fuochi d’artificio durante il pellegrinaggio, giovedì sera, alla Madonna del Carmine sulla collina del Saretto.

Esondazioni: chiesti i danni al Pgri
Esondazione Rio Santa Marina. Il Comune ha chiesto alla Struttura di missione Pgri (Programmazione e Gestione delle Risorse Idriche) il risarcimento dei danni a favore dei contadini di Lavorate a seguito degli allagamenti dei terreni agricoli provocati dall’Acquedotto Campano.
No ai distacchi d’acqua ai morosi
Firmata l’ordinanza che vieta alla Gori Spa il distacco dei contatori idrici agli utenti “morosi” per tutto il periodo a seguito dell’eccezionale ondata di caldo.