Angri, Ferraioli ha una leghista in maggioranza. A Cava l’Udc va a destra ma resta al governo

Andrea Pellegrino

Lo scontro interno è tutto a Sarno e ad Angri. Nel primo comune l’assessore Dea Squillante è candidata con Liberi e Uguali. Qui, l’amministrazione comunale è retta da Giuseppe Canfora che è anche il presidente della Provincia di Salerno, nonché esponente del Partito democratico. Nel secondo comune, il caso più paradossale: un consigliere comunale (di maggioranza) Carla Manzo è candidata nelle liste della Lega, con tanto di placet o comunque desistenza di Cosimo Ferraioli, sindaco della città dei Doria e consigliere provinciale del centrosinistra. La mappa dei sindaci schierati (o non) nel resto della provincia di Salerno non è ancora chiara. Di sicuro Manlio Torquato virerà verso la Lorenzin, dopo il patto con Ciriaco De Mita. Meno scontato, invece, il sostegno di Giovanni Cuofano, primo cittadino di Nocera Superiore. Nessun dubbio (o quasi) per Enzo Servalli che sosterrà il Partito democratico, senza però dimenticare un sostegno al Psi, partito che da tempo strizza l’occhio al primo cittadino metelliano. Piero De Luca, dalla sua, ha già fatto tappa a Cava de’ Tirreni, incassando anche un sostegno bipartisan. In- fatti il primogenito, aspirante par- lamentare, è stato ospite di ristorante di Renato Aliberti, consigliere comunale di Fratelli d’Italia. A Siano l’ex sindaco Sabatino Tenore si schiera con Alberico Gambino mentre il primo cittadino di Positano Michele De Lucia sarà al fianco della cavese Matilde Mi- lite, candidata nella lista di “Noi con l’Italia”. Non è escluso che l’avvocato metelliano possa avere il sostegno anche di Giovanni Del Vecchio e Marisa Biroccino, consiglieri comunali dell’Udc ma attualmente parte organica della maggioranza Servalli. Antonio Somma (San Severino) potrebbe invece virare verso Liberi ed Uguali sostenendo la corsa di Carmine Anzalone che sfida De Luca jr nel collegio di Salerno città che raggruppa anche i comuni della Valle dell’Irno. Strada scorrevole per Tino Iannuzzi a Fisciano (regno di Tommaso Amabile) e Bracigliano, due fortini elettorali del deputato uscente, ora in corsa per il Senato. Da sciogliere il caso Sica a Ponte- cagnano. Qui pesa l’esclusione dalle liste del sindaco, nonché l’approssimarsi delle elezioni amministrative. Il possibile recupero di Lello Ciccone e il lavoro del coordinatore cittadino Guido Pappalardo potrebbero ricucire gli strappi interni e sviluppare anche le prossime mosse in vista del rinnovo del Consiglio comunale. Gennaro Aievoli, sindaco di San Cipriano Picentino, candidato mancato della Lega, lascerà il partito di Salvini ma resterà nel centrodestra. «Non voterò la Lega – ha detto – perché non possono votare persone che non appartengono al territorio ma continuerò a votare e sostenere il centrodestra».




Pagani. Il suono della tammorra e la preghiera vince “Istantanea dalla Festa”

PAGANI. Si è conclusa ieri sera la nona edizione di “Istantanee dalla Festa”, organizzata dall’associazione Ambress’ Am’..press che ha accompagnato le solennità in onore di Maria Santissima del Carmelo, detta (e conosciuta in tutta Italia ed anche all’estero) delle Galline, festa popolare, tradizionale e sfaccettata, nuova e vecchia, dai contorni crudi e sgargianti che prende corpo nella domenica successiva alla Pasqua, a Pagani. L’evento è stato ospitato a palazzo Pinto a pochi passi dal santuario mariano che in questi giorni è stato un punto di riferimento per tutti ha dichiarato il presidente dell’associazione Gerardo Ferraioli, dove è stata allestita la mostra fotografica “istantanee dalla Festa duemilaquindici e alcune delle instapics che hanno partecipato al terzo instagram challenge, l’anno prossimo vedremo la mostra delle foto che hanno partecipato al concorso fotografico di questa edizione. L’Orchestra filarmonica campana, del Maestro Giulio Marazia, inoltre, nell’ambito del quarto Incontro di “Riflessi d’Arte”, sabato scorso ha presentato “Tempora Mutantur”, con musiche di Vivaldi, Bach e Mozart, con la partecipazione del violino concertante Federica Severini, che ha riscosso notevole successo. La premiazione del concorso fotografico, tenutasi ieri sera al salone dell’Annunziatella, originario nucleo del Santuario della Madonna delle Galline ha visto i tre vincitori: per la sezione under14, l’undicenne Valerio Mariano Buongiorno si Pagani, per la sezione over al 67enne Pasquale Pannullo di Angri, mentre l’Arciconfraternita Madonna delle galline ha premiato la foto della 46enne Concetta Zappacosta di Potenza per il soggetto mariano. Nei prossimi giorni si scoprirà il vincitore del challenge instagram a cura di Instagram Salerno, oggi, invece, si conoscerà la foto che ha ricevuto più like sulla fanpage di ambressampress. La socia Brigida Civale ha ringraziato tutti i follower sui social per i grandi numeri ottenuti.

 

LE FOTO PREMIATE

Tre le categorie a concorso terminate con la premiazione ieri sera: quelal Over (scatti di fotografi da 15 anni d’età), l’Under 14, con scatti di giovani fino al 14enismo anno e l’ista

ntanea di soggetto mariano. La giuria è stata presieduta dallo storico locale ed ispettopre onorario del Mibact, Antonio Pecoraro

FOTO OVER (in alto) Per la sezione over, la commissione ha scelto l’istantanea del 67enne Pasquale Pannullo di Angri che ha colto la mano di un giovane fedele nell’atto di percuotere la tammorra, quasi a voler rafforzare con il suono di questa, la sua sommessa preghiera alla madre delle madri.

FOTO UNDER 14 (a destra) La commissione ha ritenuto di premiare tra gli under 14, lo scatto diell’11enne Valerio Mariano Buongiorno di Pagani che vede in primo piano un’anziana signora che si è precipitata in strada con una gallina da offrire alla Vergine. Il suo sguardo carico di gioia sembra contrapporsi alla statua della Vergine portata in processione, apparentemente sempre uguale a se stessa. Eppure è proprio l’effige della Madonna delle Galline ha suscitare le emozioni sul volto della sua devota.

Il premio viene tributato dai soci dell’arciconfraternità di Maria Santissima del Carmelo, detta delle Galline,. FOTO A SOGGETTO MARIANO (a sinistra) Assegnato il riconoscimento alla 46enne Concetta Zappacosta di Potenza con la seguente motivazione: «Perché riscopre l’immagine della Madonna attraverso l’uomo»




Angri. «Un’amministrazione che o fa buchi o copia»

ANGRI. Un’altra Angri, l’associazione nata subito dopo le amministrative dello scorso anno, con un comunicato espone le sue perplessità nei confronti dell’amministrazione Ferraioli. «Le turbolenze che agitano la maggioranza sono la riprova -si legge nel comunicato- semmai ce ne fosse stato bisogno, che attorno a Cosimo Ferraioli si è aggregato un gruppo di sedicenti politici, uniti da un unico scopo: mandare a casa Pasquale Mauri…. gli scontenti non mancano e la brigata Ferraioli non fa eccezione. Anzi, perdere qualche pezzo per strada può essere anche un vantaggio. In questa chiave leggiamo anche la riduzione dei capisettore, che ha visto il sacrificio di due grandi sostenitori dell’attuale sindaco. Ciò che invece ci preoccupa è che in appena sei mesi dall’inizio effettivo della sua operatività la giunta Ferraioli vara solo due tipi di provvedimenti: o si tratta di delibere che hanno buchi così grossi ed irreparabili da costringere ad un rapido dietro-front, o si tratta di delibere che ricalcano le scelte già fatte dalla precedente amministrazione…Poiché non reputiamo il sindaco  uno sprovveduto, riteniamo quanto visto finora un teatrino, in cui recitano attori consapevoli e attori inconsapevoli. Qual è, allora, il vero scopo di tutto ciò? Il sindaco, replicando alle esternazioni del consigliere Lanzione, ha affermato… che lui e la sua giunta stanno lavorando a provvedimenti che cambieranno la città. Si tratta di un lavoro che non si vede ma che presto sarà reso palese e che ha come presupposto il riordino e la riorganizzazione della macchina comunale. Ecco, caro Sindaco, è proprio questo che ci preoccupa. Il silenzio che è calato sulle attività preparatorie dell’amministrazione. Sono quelle attività che invece sanno di Politica, e che invece con sagacia vengono tenute nascoste, complice l’attenzione indotta su fatti e misfatti dei vari attori nel teatrino del locale political-gossip. Non ci interessa sapere quale sarà il settimo assessore, o quale sarà il prossimo consigliere che deluso o scontentato si dichiarerà indipendente. Conosciamo il tuo programma; i tuoi stringati enunciati sui singoli punti che vorresti realizzare e sui quali hai raccolto il voto degli inconsapevoli elettori. È lo sviluppo di quei punti, il modo con cui intendi realizzarli che ci interessa. Su questo vigileremo e ci proponiamo, al pari tutte le aggregazioni sociali e politiche della città, di esseere sul pezzo, per non consentire che, nel silenzio, possano essere provvedimenti in danno della città».     Vincenzo Vaccaro

 




Angri. Ferraioli a lavoro per aumentare la percentuale di raccolta difefrenziata

ANGRI. Prima il mercato settimanale poi la raccolta dei rifiuti; sono questi gli interventi che hanno attirato le attenzione del sindaco Cosimo Ferraioli. Il primo cittadino ha fatto visita alla sede dell’azienda Angri Eco Servizi e al comando di Polizia Locale. Ferraioli si è intrattenuto a lungo con i vertici e una delegazione dei lavoratori dell’azienda che si occupa della raccolta dei rifiuti e dello spazzamento sul territorio comunale.
“Siamo convinti che il lavoro degli operatori venga svolto con la massima professionalità -ha affermato il sindaco- ugualmente consapevoli delle difficoltà che nel quotidiano i dipendenti sono costretti a fronteggiare, allo stesso tempo, però, siamo motivati ad utilizzare ogni strumento per superare i disagi e incrementare la percentuale di raccolta differenziata perché riteniamo che i costi di raccolta e smaltimento possano essere contenuti e non pesare in maniera considerevole sul rendiconto dell’ente”. L’amministrazione comunale ha in itinere una campagna di sensibilizzazione ma anche mettendo in campo un’azione di controllo capillare. Lasciata la sede della Angri Eco Servizi, il sindaco angrese ha raggiunto il comando di polizia locale per una ricognizione sulle attività dei caschi bianchi che in questi mesi hanno condotto varie operazione che si estendono dalla lotta per combattere l’abusivismo ai controlli sul territorio.
Vincenzo Vaccaro




Angri. Spese “folli”: Ferraioli tira le orecchie all’ex Giunta

ANGRI. «Sono consapevole che metabolizzare la sconfitta elettorale richieda un po’ di tempo ma resto sbalordito nel leggere le “geniali” dichiarazioni che alcuni consiglieri di opposizione rilasciano esclusivamente per ritagliarsi ancora un pizzico di visibilità dopo la bocciatura decretata dal popolo». Il Sindaco Cosimo Ferraioli pone l’accento su alcune esternazioni dei gruppi di minoranza.
«Sedere tra i banchi dell’opposizione, per volontà popolare, sembra aver fatto perdere la bussola a quei consiglieri che per cinque anni si sono caratterizzati per la pessima gestione amministrativa e per la politica clientelare che ha trasformato la Angri Eco Servizi in una sorta di ufficio di collocamento. La perdita di memoria che ha investito gli ex padroni della città ha fatto dimenticare i danni provocati all’intera comunità che oggi emergono sotto ogni forma e perdureranno per diversi anni», spiega il sindaco Ferraioli. Il primo cittadino analizza la situazione contabile dell’ente in evidente affanno a causa, a suo dire, delle spese folli sostenute negli anni passati. «Voglio ricordare ai consiglieri di opposizione e all’ex sindaco Mauri che sono stati loro gli artefici dell’approdo in città della Soget che ha messo le mani nelle tasche dei cittadini e dato perfino lavoro a qualche parente stretto degli ex amministratori, oggi, questi signori provano a darci lezioni di morale dimenticando il familismo e le clientele che hanno contraddistinto la precedente gestione politica».  Ferraioli punta sui costi sostenuti dall’attuale Amministrazione per quanto concerne le spese di Giunta e staff. «L’opposizione con un abile inganno tenta di gettare fango sulla nostra riduzione dei costi. Il fastidio accusato dagli ex amministratori è evidente poiché stiamo smantellando quel sistema che, in cinque anni, è stato costruito creando delle rendite agli amici del palazzo alle spalle dei cittadini. Sorrido  con amarezza – prosegue Ferraioli – nel venire a conoscenza che alcuni consiglieri di opposizione hanno denunciato la scomparsa del telefono cellulare, pagato con i soldi dei cittadini, solo qualche giorno dopo il nostro annuncio di procedere alla dismissione dei servizi di telefonia mobile, strane coincidenze!».
Cosimo Ferraioli persegue l’intento di ridurre anche i costi della politica partendo proprio dalla retribuzione che gli riguarda. Dal giorno della proclamazione, 20 giugno 2015, sino al 31 dicembre 2015 Cosimo Ferraioli ha percepito 10.409, 31 euro che spalmati nel periodo di sei mesi di amministrazione si traducono in una spesa mensile di 1.734,88 euro.
Cifre che sono in netto calo rispetto al predecessore Pasquale Mauri che nel primo anno di sindacato, da aprile 2010, ha incassato 30.903,94 euro con una spesa mensile pari a 3.433.77 euro.




Angri. Mauri, Russo, D’Auria e Sorrentino: «Fallimento Ferraioli Per difendersi racconta solo bugie»

ANGRI. Non si fa attendere la replica a Ferraioli, dei consiglieri di opposizione Pasquale Mauri, Annamaria Russo, Domenico D’Auria e Giacomo Sorrentino. «Il comunicato stampa del Sindaco Ferraioli… evidenzia la palese ed oggettiva difficoltà dello stesso di continuare a nascondere di essere stato un bluff per la città di Angri soprattutto dopo il fallimento dei primi giorni di governo. Si difende raccontando bugie a cui non crede più nessuno a partire dal fatto che sia stato Mauri a portare la Soget ad Angri e omettendo di dire che questa arriva nel 2009 con il commissario prefettizio Pezzuto, cerca poi di nascondere agli Angresi che lui stesso dopo anni di inutili urla in Consiglio Comunale in soli 6 mesi ha prorogato il contratto alla Soget ben due volte, forse ha interessi particolari? A pensar male si fa peccato ma spesso ci si azzecca. Continua a mentire quando dice che la sua Giunta costa meno della precedente dando numeri a caso, loro su base annua costeranno quanto speso nel 2014 senza calcolare il settimo assessore, questa è la verità che noi pubblichiamo cosicché ognuno può farsi la sua idea. Tutti devono, però, sapere che lui costa la metà di Mauri perché fa il Sindaco part time e solo per continuare a percepire l’intero stipendio da dipendente del Comune di Corbara, ricordate che promise di mettersi in aspettativa dal 2016…lo ha fatto? Sinceramente crediamo che Angri non meriti un Sindaco part time anzi per adesso un Sindaco assente. Non a caso non ha risposto sui costi del suo staff sapete perché ? Ovvio costerà 50 mila euro l’anno in più rispetto allo staff Mauri. Fa sorridere la battuta sulle assunzioni in Aes visto che sta utilizzando lo stesso metodo da lui condannato, forse chi la fa la pensa e adesso fa comodo così? Così come nulla ha detto sugli ex staffisti al lavoro senza contratto e i settori del comune senza dirigenti perché ancora senza decreti, addirittura il comando vigili ad oggi non ha un comandante lasciando sempre più Angri terra di nessuno!!! Assordante il silenzio sul taglio della spesa per il sociale di 400 mila €, pensiamo alle tantissime famiglie che contavano sul contributo una tantum che da anni rappresentava un piccolo sostegno a cui facevano affidamento ed ora ormai è solo per otto famiglie ed è ancora più imbarazzante scoprire che tra questi pochi nuclei fortunati ci sono persone o loro parenti candidate nelle liste del Sindaco Ferraioli. Essere criticati appartiene a chi opera o ha operato, chi è chiamato a Fare e nulla Fa ha come unico mezzo per giustificare il suo immobilismo e la sua inerzia criticare con menzogne e falsità chi ha operato nell’interesse della comunità».




Nuovi tagli alla spesa pubblica attraverso l’abbattimento degli sprechi

ANGRI. Dai cellulari all’energia elettrica alla pubblica amministrazione; continua l’azione del sindaco di Angri Cosimo Ferraioli tesa a risparmiare sulle spesa pubblica intensificandone i tagli. La politica del taglio alle spese, infatti, avviata dal primo cittadino si pone l’obiettivo di abbattere i costi della pubblica amministrazione attraverso un metodo oculato e minuzioso che investirà ogni singolo comparto della pubblica amministrazione.
La cessazione delle utenze e degli apparecchi telefonici è solo un primo passo dell’azione politica del neo sindaco Ferraioli.
La pianificazione interesserà la pubblica illuminazione e i costi dell’energia elettrica per gli edifici pubblici che, ad oggi, hanno un peso rilevante sul bilancio dell’ente.
Gli uffici di competenza del Comune angrese in seguito ad un’approfondita ricognizione hanno verificato l’eccessiva spesa che ogni anno le casse dell’Ente sono costrette ad affrontare con esborsi considerevoli prodotti da contratti onerosi siglati negli anni passati che non risultano aggiornati ai costi del mercato dell’energia elettrica.
La razionalizzazione dei costi rappresenta un aspetto rilevante dell’azione amministrativa che interesserà anche le cariche istituzionali con una riduzione dei gravi costi rispetto a quanto incassato da sindaco e assessori negli anni passati.
Un intervento, quindi quella del sindaco Ferraioli tesa soprattutto ad alleggerire la pressione sulle tasche dei cittadini attraverso una politica di riduzione della spesa alla quale far corrispondere anche una della tassazione locale, facendo nel contempo quadrare i conti.
Vincenzo Vaccaro




Scuola, ecco tutte le modifiche della Giunta per il dimensionamento scolastico

ANGRI.  Scuola ad Angri si cambia in base alle nuove disposizioni regiona,li recepòite dalla Giunta del centro dell’Agro. L’amministrazione comunale di Cosimo Ferraioli si è riunita in giunta per decidere la linea di indirizzo rispetto al ridimensionamento scolastico ordinato dalla Regione Campania. In particolare l’esecutivo ha deciso che il primo circolo didattico delle scuole cittadine non subirà alcuna variazione nell’organizzazione dei plessi. Per quanto riguarda il secondo circolo invece ci saranno delle importanti modifiche gestionali. Ci sarà infatti l’accorpamento con il plesso don Enrico Smaldone dell’Istituto d’istruzione secondaria di primo grado Galvani Opromolla Smaldone. Anche il terzo circolo poi manterrà lo stesso assetto dell’anno scolastico in corso. La modifica sostanziale a dire il vero riguarda esclusivamente il secondo circolo e di conseguenza l’Istituto secondario di primo grado Galvani Opromolla Smaldone che infatti perderà il plesso don Enrico Smaldone che transiterà nella gestione del secondo circolo didattico. Una modifica gli assetti che non dovrebbe quindi sconvolgere gli alunni e le loro famiglie per l’anno scolastico 2016/2017.
Vincenzo Vaccaro




Due vite per la “Divina”: Premiati Cufari e Ferraioli

Avranno la tessera di “Socio Onorario per meriti culturali” del Centro di Cultura e Storia Amalfitana i due ex presidenti della Comunità Montana “Penisola Amalfitana” Donato Cufari e Raffaele Ferraioli. Attualmente rispettivamente presidente onorario di Uncem e sindaco di Furore, i due decani della politica costiera sono stati artefici e fautori dello sviluppo della Costa d’Amalfi, attraverso l’azione politica garantita dall’ente montano. In occasione dei quarant’anni di attività del Centro, venerdì, presso la sede di Amalfi, l’assegnazione del riconoscimento alla presenza di tutti i presidenti, assessori e consiglieri della Comunità Montana succedutisi nel corso degli anni. «Un premio che mi emoziona – ha dichiarato Donato Cufari, tra l’altro, già sindaco di Vietri sul Mare – e che mi inorgoglisce, soprattutto perché assegnatomi insieme al mio amico Raffaele Ferraioli, grande mente e grande uomo politico: il nostro impegno è stato quello soprattutto di dare una dignità ed una autorevolezza alla Costa d’Amalfi, in campo turistico, culturale, politico, attraverso il nostro “fare” politica, ma quella seria, onesta e lungimirante. Il Centro è una delle realtà più importanti del territorio amalfitano, ed è per questo che voglio esprimere il mio più sincero grazie a tutti i membri e soci del sodalizio per avermi donato una gioia immensa».




Angri. “Il consiglio di amministrazione della Angri Eco Servizi è legittimo,

“Il consiglio di amministrazione della Angri Eco Servizi è legittimo, operativo e non presenta alcun problema di incompatibilità per quanto concerne i componenti nominati dall’amministrazione comunale!”.

Il sindaco Cosimo Ferraioli sgombra il campo da eventuali dubbi esortando il nuovo consiglio di amministrazione a profondere, da subito, il massimo delle energie per operare al meglio per dare un nuovo corso alla società che si occupa della gestione dei rifiuti e dei parcheggi.

“Occorre lavorare nell’interesse della società, dei dipendenti e della città perché solo in sinergia è possibile raggiungere i traguardi che l’amministrazione comunale punta a raggiungere e per farlo ci siamo affidati a figure che riteniamo in grado di poter assolvere ai compiti assegnati – spiega il sindaco Ferraioli – è importante lavorare alacremente per riuscire a dare un efficace slancio alla Angri Eco Servizi e mettere ordine nella gestione di una società che da anni sta vivendo una fase di criticità finanziaria”.