Salernitana resta in A, il Cagliari in B

Inatteso crollo della Salernitana che cede 0-4 in casa all’Udinese, ma il Cagliari non ne approfitta, bloccato 0-0 sul campo del già retrocesso Venezia. Campani salvi, sardi in Serie B. All’Arechi primo tempo choc per i granata che subiscono il tris firmato da Deulofeu (6′), Nestorovski (39′) e Udogie (42′). Belec evita il poker parando il rigore di Pereyra (50’pt). È poi lo stesso Pereyra nella ripresa a segnare il definitivo 0-4 (57′). Al ‘Penzo’ un Cagliari spento non va oltre lo 0-0 col Venezia e dice addio alla Serie A.




La Salernitana si salva…a Venezia

Con un rocambolesco finale di stagione, la Salernitana agguanta una salvezza a dir poco storica. Nonostante la sonora sconfitta rifilata dall’Udinese – 0-4 il risultato finale all’Arechi – gli uomini di Davide Nicola si salvano con la quota salvezza più bassa di sempre (31 punti) contro i 30 del Cagliari, fermato sullo 0 a 0 da uno stoico Venezia.




Suv rubati, rivenduti a Cagliari

Auto rubate in Campania ed a Salerno e vendute, dopo essere state riassemblate, in Sardegna: sono diciotto le persone finite nei guai. I Suv venivano rubati in Campania per poi essere smontati e riassemblati in Sardegna, rivenduti poi come usato a buon mercato con in- serzioni sui siti di annunci web. Suv delle marche più prestigiose (Nissan, Ford, Ranger Rover) sono stati sequestrati nell’ultimo anno dagli uomini della sezione di Polizia Giudiziaria della Polizia Stradale di Cagliari che hanno dato inizio ad una indagine che ora sta interessando anche i colleghi di Salerno e di varie altre regioni italiane. Una decina i fuoristrada sequestrati perché “ripunzonati”, ovvero messi nuovamente in circolazione con il numero di matricola del telaio modificato. Oltre ai Suv, seguendo la scia dei pezzi di ricambio riassemblati, la Stradale nel 2017 ha recuperato 50 motori perfettamente funzionanti e sequestrato una quindicina di aree nel Cagliaritano, utilizzate come sfasciacarrozze o autorimesse per lo stoccaggio dei pezzi di ricambio (30mila metri quadrati) diventate delle discariche abusive. Diciotto sono le persone già denunciate. Lo ha svelato Giuseppe Gargiulo, il comandante del Comparto della Polizia Stradale della Sardegna, in un intervista sull’Unione Sarda, spiegando che l’indagine partita di iniziativa da Cagliari ora vede l’ausilio anche il Comparto della Campania e gli investigatori di Salerno. In qualche caso chi ha acquistato i Suv riassemblati è stato indagato per in- cauto acquisto, in altri casi è risultato vittima di una truffa. La Procura del capoluogo sardo ha vari fascicoli aperti dopo i sequestri ottenuti dalla Stradale dei fuori- strada rubati, ma nelle prossime settimane è possibile che tutte le inchieste vengano ricondotte ad un unico magistrato.




De Luca: «la politica portuale è allo sbando, grave quanto deciso per Cagliari»

Vincenzo De Luca si scaglia con fermezza contro il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasoporti, dopo le decisioni sull’Autorità portuale di Cagliari. In una nota il primo cittadino di Salerno critica aspramente e senza mezzi termini la scelta del nuovo commissario che gestirà l’infrastruttura dell’isola «La vicenda del porto di Cagliari – scrive De Luca – grave e sconcertante, mi obbliga a una netta presa di distanza dal Ministro e a una netta separazione di responsabilità. Ad oggi, restano commissariate la metà delle Autorità portuali. A Napoli, per logiche correntiste, è bloccata la nomina del nuovo Presidente da quasi un anno. A Cagliari, viene addirittura riproposta, come commissario, la stessa persona la cui nomina a Presidente era stata annullata dal Consiglio di Stato per mancanza di requisiti. La politica portuale è allo sbando. E’ il risultato di una gestione privatistica del Ministero, che dovrebbe spingere a riflettere il Presidente del Consiglio e le forze politiche. Non è così che si recupera credibilità verso i cittadini”.

(f.c.)