Di nuovo sangue sulle strade di Battipaglia: investiti e uccisi due uomini di origine indiana

BATTIPAGLIA – L’ ennesimo incidente stradale, insanguina le strade della nostra provincia dovuto alla velocità sostenuta dalla conducente di un autovettura. Nel tardo pomeriggio di ieri, in località Serroni Alto, del comune di Battipaglia, E.F. originaria e residente in Battipaglia, era alla guida della sua autovettura Volks Wagen Polo con a bordo la figlia minore di anni quattro e sua madre, nonna della piccola. Le donne stavano facendo ritorno in Battipaglia provenienti da Montecorvino Rovella. La conducente nell’ abbordare una curva, si portava oltre la linea di mezzeria, ma sulla sua strada incrociava altra autovettura proveniente dal senso opposto rispetto alla sua andatura di marcia. E.F. Per evitare l’ impatto con l’altro autoveicolo, si spingeva ulteriormente nel senso opposto, tanto da investire due pedoni che percorrevano la strada lungo la linea che delimita la carreggiata. I due uomini di origini indiane S. J. di anni 42 ed S.N. di anni 55 di origine indiana, a seguito dell’ investimento venivano sbalzati all’ esterno della sede stradale decedendo sul colpo. Immediato l’ arrivo dei soccorsi sul luogo teatro dell’evento della Polizia Locale e dei sanitari e soccorritori della Croce Bianca, avvisati da altri utenti della strada; purtroppo i sanitari non potevano fare altro che constatare il decesso delle due persone investite. Le donne e la bambina, venivano trasportate presso l’ ospedale civile di Battipaglia, per gli accertamenti del sanitari del caso, dopo averle accuratamente visitati i medici constatavano che le donne non avevano riportato alcuna ferita, tranne che tanto spavento. Sul posto anche i militari del nucleo radiomobile della compagnia carabinieri di Battipaglia, per dare manforte ai colleghi della polizia locale impegnati nel rilievi fotografici e planimetrici del luogo del sinistro.




Denuncia e Daspo per 20 tifosi di Battipagliese e Cavese per una violenta rissa

Giro di vite nei confronti dei teppisti che domenica scorsa, in occasione dell’incontro di calcio tra Battipagliese e Cavese al terminedella partita dopo aver abbattuto e scavalcato le recinzioni in ferro, hanno invaso il terreno di gioco e dato luogo ad una violenta rissa, finita con le lesioni subite da un tifoso della Battipagliese, in atto ancora ricoverato in prognosi riservata per trauma cranico e lesioni varie. In particolare gli autori delle opposte tifoserie, che si sono resi responsabili di invasione di campo, rissa, danneggiamento aggravato e lesioni personali, sono stati identificati e deferiti all’autorità giudiziaria dal Commissariato di Polizia di Stato di Battipaglia diretto dal Vice Questore Antonio Maione in collaborazione con il Commissariato di Cava de’Tirreni. Gli esiti investigativi sono stati particolarmente soddisfacenti in quanto oltre alle denunce di oltre 20 giovani gli stessi sono stati proposti al Questore di Salerno Anzalone per i provvedimenti di diviato di accesso alle competizioni sportive. Le investigazioni continuano incessantemente e non si escludono ulteriori identificazioni di facinorosi resisi responsabili dei gravi fatti di domenica scorsa allo Stadio “Pastena” di Battipaglia.




Serie D, Battipagliese-Cavese: derby alle zebrette

BATTIPAGLIA. Il derby salernitano va alla Battipagliese con l’identico risultato (3-2) dell’andata. La Cavese pur giocando una buona gara per l’impegno e la dedizione, non riesce a portare a casa un punto che, alla resa dei conti, poteva anche starci. Le occasioni migliori sono state, a dire il vero, della Battipagliese che ha sciorinato un super Manzo autore della tripletta che ha determinato il risultato finale.  Risultato maturato nella prima frazione di gioco dove le due squadre si sono fronteggiate senza esclusione di colpi. La Battipagliese non può schierare Alleruzzo e Boldrini squalificati e Olcese infortunato ma comunque presente in panchina. Tre elementi cardine che in una rosa alquanto ristretta hanno un peso specifico non indifferente. La Cavese schiera la migliore formazione. Mister Chietti ha tutti gli uomini a disposizione. Sugli spalti il derby si vive anche tra le opposte tifoserie con canti e cori che offrono uno spettacolo degno di un derby. Folta la presenza dei tifosi metelliani e non da meno quelli di casa. Parte  bene la Battipagliese che con Manzo già all’8’ và in rete per il vantaggio bianconero. Il capitano imposta e conclude a fil di palo imprendibile per il pur bravo De Luca. Risponde la Cavese con capitan De Rosa. Punizione centrale e facile parata di Bianco (15’) Insiste l’undici di mister Chietti e perviene al pari con Cirillo abile a fiondare in rete sugli sviluppi di un corner (24’). La Battipagliese non ci stà e  continua a macinare gioco. Al 29’ l’arbitro assegna un calcio di punizione dai 25 metri. Sulla sfera Gatta e Manzo. A tirare è il numero 10. Esecuzione perfetta e palla che si insacca a fil di palo. Non passa un minuti e lo stesso Manzo ha tra i piedi la possibilità di mettere al sicuro il risultato. La sua conclusione al volo su precisa imbeccata di Odierna, si perde di poco a lato con De Luca battuto. Il tre a uno è nell’aria ed arriva puntuale al 37’. Sulla fascia scende Donisa , palla indietro per l’accorrente Cammarota. Il centrocampista fa fuori due avversari e fionda a rete . respinge alla men peggio De Luca sui piedi di Manzo che non ha difficoltà a siglare la sua personale tripletta. E’ il tripudio sugli spalti. Dopo una  conclusione per parte ad opera di De Rosa (43’) e di Manzo (46’) la Cavese và a rete con Palumbo su difettosa respinta di Bianco in seguito ad un diagonale di De Rosa. E’ la rete del 3-2. Si và a riposo su questo risultato. Nella ripresa la Battipagliese dà l’impressione di controllare la gara mentre, con il passare dei minuti cresce la pressione della Cavese senza peraltro rendersi pericolosa esponendosi  alle veloci ripartenze delle zebrette.  Tranne una conclusione di Pisani (28’) con parata a terra di Bianco è la Battipagliese ad avere due chiare occasioni da rete con Cammarota al 21’ (conclusione a giro che si perde di poco a lato raccogliendo una respinta di De Luca su precedente colpo secco di Donisa) e al 50’ in pieno recupero quando è Fiorillo a crossare al centro sull’accorrente Donisa che non impatta la sfera  per la facile conclusione a rete.




Serie D, l’anticipo: la Battipagliese supera il Pomigliano

BATTIPAGLIESE -POMIGLIANO 3-2

Battipagliese (4-3-3): Bianco 6; Pastore 6, Barbato 6, Mongiello 6 (7’st Volpe 6), Garofalo 6; Cammarota 6, Gatta 6, Alleruzzo 6; Manzo 6,5, Boldrini 6,5(41’st Fiorillo), Odierna 6,5. A disp.: Viscido, Itri, Anzalone, D’Ambrosio, Pumpo, Merola, Santese. All.: Squillante 6

Pomigliano (4-4-2): Formisano 6; Candrina 6, Tassoni 6, Varriale 6,5, Di Finizio 6; Esposito G. 5,5 (23’st Esposito F 5,5.), Caiazzo 5, Pontillo 6,5, Cantone 5,5; Iattarelli 5,5 (15’st Fregola 6), Suriano 6,5(18’st Romano 6). A disp.: Di Costanzo, Rea, Schioppa, Campana, Somma, Festa. All.: Seno

Arbitro: Guarnieri di Empoli 6 (Antonaglio e Fontemurato)

Reti: 20’pt Suriano su rigore, 31′ Manzo su rigore; 8’st Barbato, 17′ Varriale, 30’st Boldrini

Note: spettatori 800 circa. Espulso al 6’st Caiazzo per doppia ammonizione. Ammoniti: Di Finizio, Fregola, Alleruzzo,Gatta, Manzo e Boldrini. Angoli: 3 a 3. Recupero: 9’pt; 4’st. Infortunio per l’assistente Fontemurato, nel primo tempo, che ha costretto l’arbitro a sostituire i guardalinee con due dirigenti delle squadre.

BATTIPAGLIA. Per la Battipagliese ieri contavano i tre punti e così è stato. Alla fine di una gara giocata sotto ritmo Manzo e compagni sono riusciti nell’intento di riscattare la inopinata quanto sonora sconfitta di Torre Annunziata. Alla fine della partita tegola per Manzo e Gatta che non giocheranno per squalifica il derby con l’Agropoli al Guariglia. L’inizio è al piccolo trotto. La Battipagliese cerca di fare la partita ma l’assenza di Olcese si fa sentire oltre misura. In avanti i vari Manzo e Boldrini faticano a trovare la posizione chiusi sistematicamente da un’attenta difesa avversaria orchestrata da un ottimo Varriale. Non è facile perforare il sistema difensivo dei napoletani. Un primo pericolo per Formisano viene al, 13’ con Boldrini che però chiude troppo l’angolo e la sfera si perde sul fondo. Al 14’ su calcio d’angolo battuto da Manzo la palla giunge a pochi passi dalla linea di porta, ci pensa varriale a sventare la minaccia. Al 19’ l’arbitro decreta la massima punizione al Pomigliano per fallo di mano di Alleruzzo in area. Suriano trasforma e porta in vantaggio il Pomigliano. Doccia fredda per la Battipagliese che stenta a riprendersi. Al 24’ ci prova Manzo ma il suo tiro viene bloccato a terra da Formisano. Al 30’ Iattarelli falllisce il raddoppio e sull’azione susseguente Odierna entra in area e al momento del tiro viene fallosamente ostacolato da Di Finizio. Rigore trasformato da Manzo. Al 41’ Esposito di testa impegna Bianco in una difficile deviazione in angolo. Nella seconda frazione di gioco è la battipagliese a spingere nel tentativo di pervenire al vantaggio. Al 3’ un calcio di punizione di Manzo dal limite fa la barba al palo. All’8’ il gol del vantaggio zebrato. Cross di Odierna dalla destra, spizzicata di Boldrini per l’intervento sotto misura di Barbato. Formisano battuto e Battipagliese in vantaggio. Al 16’ si registra una conclusione di Alleruzzo deviata in angolo dal portiere ospite. Un minuto più tardi il Pomigliano, nel frattempo ridotto in dieci per l’espulsione di Caiazzo, perviene al gol del paricon Varriale. A questo punto la Battipagliese si riversa in avanti alla ricerca del gol- vittoria che giunge puntuale al 30’ ad opera di Boldrini. L’esterno inizia l’azione offensiva portandosi sul fondo, Crossa rasoterra per Manzo che conclude ma ribatte Formisano proprio sui piedi di Boldrini che sigla il gol partita. In pieno recupero l’ultimo brivido con la traversa colpita da Pontillo con un tiraccio dai trenta metri.

Mimmo Polito