Statale 18: Senso unico alternato dalle 6 del mattino alle 22

di Francesco Carriero

Adesso è ufficiale. Da lunedì riapre una corsia della Statale 18, percorribile in senso unico alternato. Dopo l’ok arrivato dai tecnici e l’ultimo sopralluogo avvenuto ieri, si è definitivamente deciso di aprire parzialmente la via colpita dalla frana lo scorso mese. La ripresa della circolazione, regolata da un impianto semaforico mobile, supervisionato dal personale della Polizia provinciale e dalle Polizia Locali di Salerno e Vietri sul Mare andrà dalle ore 6 del mattino fino alle 22. Il passaggio sarà consentito a veicoli fino a 35 quintali e ai mezzi pubblici in servizio. Mentre nelle scorse ore circolavano insistenti voci dell’apertura della corsia a senso unico in direzione Vietri – Salerno, adesso si è deciso di tornare al piano originale, annunciato già ad inizio settimana; decisivo, per muoversi in questa direzione, è stato il parere del direttore dei lavori (che continuano spediti grazie alle condizioni meteo favorevoli), esposto in una relazione consegnata ieri mattina a Prefetto e Provincia, oltre al sopralluogo avvenuto sempre nella mattinata di ieri. Ma questa soluzione non accontenta tutti. Secondo Matteo Buono, segretario provinciale della Cisl di Salerno, il senso unico alternato rischia di congestionare ulteriormente il traffico veicolare, proprio a causa dei semafori presenti sulla Statale, necessari per percorrere gli 800 metri di carreggiata interessata al movimento franoso. « Il nuovo sistema di viabilità che dovrebbe entrare in vigore a partire da lunedì nei pressi della frana di Vietri sul Mare – dichiara Buono – corre il rischio di congestionare, ulteriormente, il traffico per quanti dalla Costiera Amalfitana devono raggiungere il comune di Salerno e viceversa. La mancanza di una corretta comunicazione ma soprattutto un sistema semaforico non a tempo aumenteranno i disagi per gli automobilisti. E’ per questa ragione che chiediamo ai Comuni, che già hanno garantito la massima disponibilità anche sul fronte economico, di fare pressione affinché venga lasciato in vigore, anche per i primi giorni della prossima settimana, il pedaggio gratuito sulla Salerno Napoli. Le amministrazioni Comunali di Salerno, Cava de’ Tirreni e Vietri sul Mare, facciano un ulteriore sforzo, attingendo ai fondi per la Protezione Civile perché un blocco totale del traffico equivale ad una vera e propria emergenza». Inoltre Buono, invita il Governatore della Regione Campania Stefano Caldoro ad effettuare un sopralluogo della Strada Statale 18, per rendersi conto personalmente dei disagi che quotidianamente affrontano i pendolari: «Apprendiamo che nella giornata di oggi dovrebbe essere a Salerno il governatore della Campania, Stefano Caldoro, ebbene lo invitiamo a percorrere il tratto di strada interessato dalla frana per comprendere quali siano i disagi che vivono i cittadini della zona. Speriamo che la medesima solerzia amministrativa mostrata per la frana di Sorrento possa essere utilizzata per l’emergenza della Costiera Amalfitana».




Salerno – Vietri arriva il senso unico alternato

L’assessorato ai Lavori Pubblici della Provincia di Salerno, guidato da Attilio Pierro, comunica che da lunedì 17 marzo 2014 dalle 6.00 alle 22.00 ci sarà la riapertura parziale e temporanea al transito lato valle della S.R. ex SS. 18 Salerno (Via Benedetto Croce) – Vietri sul Mare (Via De Marinis), mediante l’istituzione del senso unico alternato dotato di impianto semaforico presidiato dalla Polizia provinciale, dalla Polizia Locale di Vietri sul Mare e Salerno. Il transito è consentito solo agli autoveicoli fino a 35 q.li di peso e ai mezzi pubblici in servizio di linea.




Frana sulla Vietri – Salerno, Partono i lavori di messa in sicurezza

di Francesco Carriero

Frana tra Vietri e Salerno, inizia il ripristino della strada. A due settimane dallo smottamento che ha costretto le autorità ad interdire al traffico automobilistico l’arteria stradale che collega il comune capoluogo alla Costiera Amalfitana, sono iniziati i lavori di messa in sicurezza dell’area interessata dal secondo evento franoso, avvenuto a pochi giorni dal primo. L’amministrazione comunale di Salerno ha, infatti, affidato alla ditta Cardine le operazioni di rimozione dei massi e di ripristino dello stato dei luoghi danneggiati dalla caduta dei grossi pezzi di roccia. Gli interventi sono stati ordinati in danno, visto che i proprietari del costone si sono rifiutati di ottemperare all’ordinanza emessa nei giorni scorsi, che imponeva loro di accollarsi l’onere dei lavori di messa a nuovo dell’arteria stradale; vista la situazione di emergenza si è deciso di intervenire ugualmente, per poi rifarsi, a termine dei lavori, della spesa sui proprietari del costone franato. Ma nel frattempo nella giornata di ieri, gli operai hanno eretto, in maniera celere, una barriera di protezione che si dipana per l’intera lunghezza del marciapiede. Il tutto è stato possibile sovrapponendo grossi blocchi di pietra, per un altezza di quasi due metri, che proteggeranno il passaggio da eventuali nuove cadute di massi in direzione della ringhiera. Questo provvedimento, condizioni climatiche permettendo, una volta sistemati gli ultimi datagli per la messa in sicurezza, consentirà di riaprire il transito ai pedoni, già a partire da questa mattina. Procedono spediti anche i lavori di pulizia e messa in sicurezza di una porzione della carreggiata, che permetterà di istituire il senso unico alternato. Questa tipologia di intervento però, essendo molto più elaborata e visto le continue e violente precipitazioni che stanno colpendo il territorio, non sarà ultimato (con una ottimistica previsione) non prima della prossima settimana.