Subisce violenze e angherie, fa arrestare la figlia a Salerno

Scritto da , 15 febbraio 2014

Ha costretto l’anziana madre a ricevere in casa gli uomini con i quali si prostituiva per poter raccogliere i soldi per comprare la droga, arrivando a malmenarla se questa si ribellava. Con l’accusa di maltrattamenti in famiglia ed estorsione continuata è finita in carcere una 40enne di Salerno, arrestata dagli agenti della Squadra mobile della locale Questura. Dalle indagini è emerso che, da tempo, l’anziana donna era stata obbligata ad accogliere nella sua abitazione uomini con i quali A.B. si prostituiva e a consegnarle ingenti somme di denaro ogni qualvolta andava a ritirare la pensione. Spinta dalla disperazione a sporgere denuncia nei confronti della figlia, l’anziana ha raccontato alla polizia che la 40enne le usava violenza quando provava a ribellarsi. L’angosciante situazione in cui era costretta a vivere da troppo tempo aveva provocato in lei anche un continuo stato d’ansia, temendo per la sua incolumità tanto da evitare persino di recarsi in ospedale per timore delle reazioni violente della figlia tossicodipendente. L’angosciante situazione è stata bloccata con l’arresto della donna.

Consiglia