Stupro in spiaggia: rinviato processo d’appello a Salerno

Scritto da , 30 Gennaio 2019
image_pdfimage_print

E’ stato rinviato a causa della composizione anomala del collegio giudicante il processo a carico di Hassan Raziqi e Radouane Makkak, entrambi di nazionalita’ marocchina, condannati a quattro anni di reclusione per violenza sessuale di gruppo per uno stupro consumato la notte del 17 maggio 2016 sulla spiaggia di Santa Teresa a Salerno. A comunicarlo alle parti il presidente della Sezione penale, Patrizia Cappiello, che, dopo aver sospeso l’udienza in attesa dell’arrivo di un altro componente del collegio giudicante, ha preso atto dell’impossibilita’ di definire, oggi, il procedimento con il consigliere subentrato perche’ impegnato in altra data in un diverso processo. Per questo motivo, ha rinviato il processo al 12 febbraio prossimo con prosieguo al 15 febbraio. Per la prima data data, e’ stata autorizzata la traduzione dalla casa circondariale di uno degli imputati; l’altro, invece, che e’ ai domiciliari, e’ stato autorizzato a raggiungere il palazzo di giustizia, libero e senza scorta. La vittima della presunta violenza sessuale, una donna di 32 anni di origini marocchine che vive e lavora da anni in Italia, non era in aula. Per lei, presente il suo avvocato di fiducia.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->