Stop a due scuole di specializzazione di medicina Bufera in facoltà all’università di Salerno

Scritto da , 10 novembre 2017

Erika Noschese

“Non accreditamento di due scuole di specializzazione della facoltà di medicina per non aderenza ai livelli minimi”. Sono queste le motivazioni che hanno indotto l’Osservatorio nazionale della formazione medica specialistica a bocciare due scuole di specializzazione a Salerno. L’Osservatorio NFMS altro non è che una costola tecnica dei ministeri della Salute e dell’Istruzione, guidati rispettivamente da Beatrice Lorenzin e Valeria Fedeli. A livello nazionale, su 1.433 scuole di specializzazione in medicina circa 135 non hanno superato l’esame in quanto carenti dei requisiti necessari, come prevede il nuovo sistema di accreditamento in vigore da quest’anno che prevedere, per le scuole, parametri più rigorosi ed efficaci. Nella lista delle scuole che non sono entrate, tra le Scuole di Specializzazione bocciate a Salerno figura Oncologia Medica e Igiene. Quest’ultima è guidata dal direttore della facoltà di Medicina, Mario Capunzo che, tra l’altro, ambisce alla carica di Rettore, sostituendo di fatto l’attuale Aurelio Tommasetti nel caso in cui questi dovesse essere candidato alla Camera con Forza Italia. Al momento, da parte dei Ministeri massimo riserbo sulla lista degli esclusi, su cui la Commissione competente ha lavorato due anni, in quanto dalla Sanità, guidato dalla Lorenzin, è stata avanzata la richiesta di rifare le valutazioni perché presenti alcune carenze nelle motivazioni. Intanto, il prossimo 28 novembre si terrà il concorso per i neo laureati in Medicina e, in diverse sedi, ci sarà la lista definitiva delle scuola ammesse.

Consiglia

Lascia un commento

Puoi eseguire il login con Facebook

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per completare inserire risultato e prosegui * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.