Stefano Scarpa: «Il mio salone a disposizione dei senzatetto»

Scritto da , 18 Dicembre 2019
image_pdfimage_print

di Erika Noschese

Una storia di solidarietà, una di quelle che fanno bene al cuore e all’anima. Una storia che vede protagonista un giovane barbiere, Stefano Scarpa che ha deciso di aprire le porte del suo salone ai senzatetto della città. Lunedì, giorno di chiusura per barbieri e parrucchieri, Stefano ha deciso di fare un regalo di Natale a quelle persone che ad oggi vengono definite “invisibili”, persone che non hanno un tetto sulla testa né la possibilità di mangiare un piatto caldo, se non grazie al grande cuore di persone come Stefano. «Volevo solo dimostrare che tutti possiamo fare qualcosa per gli altri, per le persone meno fortunate di noi – racconta Stefano ancora emozionato – Io ho deciso di mettere a disposizione degli altri la mia professione». Così, lunedì la saracinesca dello Scarpa barbershop – in via Duomo, nel cuore del centro storico della città capoluogo – si apre come tutte le mattine. Quella però sarebbe stata una giornata lavorativa diversa per Stefano e il suo staff Moreno e Franco Scarpa, Christian, Oreste e Alessia che decidono di mettere il loro tempo e il loro lavoro a servizio degli altri, proprio come se fossero veri e propri clienti a cui è stato però riservato, sembra ombra di dubbio, un trattamento speciale. «Il “pubblico” se così posso definirlo a cui ci siamo rivolti è per indole diffidente, molti si sono prenotati ma poi hanno scelto di non presentarsi – spiega ancora il giovane barbiere – Ma sono certo che anche solo chiacchierando tra di loro impareranno a fidarsi di noi e dalla prossima volta andrà ancora meglio». La prossima volta, sì, perchè Stefano ha già deciso che ripeterà questa iniziativa anche nel periodo delle festività pasquali. Il giovane barbiere di sua iniziativa ha scelto di offrire questo servizio ai clochard così si è rivolto a Rossano Braca, presidente dell’associazione Venite Libenter e a Laura. «Hanno organizzato tutto loro, io ho solo spiegato loro la mia scelta». ha poi aggiunto il titolare dello Scarpa barbershop che ha coinvolto tutta la sua squadra: «Ho parlato ai miei collaboratori di questa mia iniziativa e loro hanno accettato, lavorando gratis – ha sottolineato con orgoglio Stefano – Non c’è una storia, in particolare che mi ha colpito. Tutti mi hanno trasmesso qualcosa e di tutti loro mi ha colpito la riconoscenza che leggevo nei loro occhi; qualcuno mi ha anche chiesto se può tornare ogni mese, mi piacerebbe tanto». Felice per la buona riuscita dell’iniziativa anche il presidente di Venite Libenter Rossano Braca: «Ci sono regali di Natale che non hanno prezzo come quello che Stefano Scarpa e i suoi collaboratoti hanno offerto ai senza fissa dimora di Salerno aprendo oggi il salone di barbiere in Via Duomo. Buon Natale, che vi sia restituita al centuplo la gioia che avete donato».

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->