Stanco delle richieste del parcheggiatore abusivo lo accoltella: sangue alla stazione di Salerno

Scritto da , 29 giugno 2015

Stazione di Salerno… Stazione di Salerno: in arrivo, puntuale come ogni week end, la rissa da far west per il parcheggio. Nella terra di nessuno, o meglio di balordi, il nuovo episodio di violenza. La vittima, questa volta, è un cittadino di origine bulgara che di professione si occupa di parcheggio “abusivo” e controlla, con altri soggetti, la zona di piazza Vittorio Veneto ormai in mano a personaggi senza nè arte nè parte che arrivano fuori dai confini europei. Non si accontentano di pochi spiccioli e non sempre, perché magari in preda ai fumi dell’alcol, usano modi gentili. Ieri intorno alle 19.30 un cittadino salernitano ha parcheggiato in zona stazione in attesa dell’arrivo di alcuni parenti. In un batter di ciglia si è avvicinato il cittadino bulgaro che ha iniziato a tormentare l’uomo con pressanti richieste di denaro. Davanti al diniego del salernitano di pagaree l’obolo l’uomo, pare, abbia iniziato ad inveire. La situazione, in pochi istanti, è diventata incandescente e, in preda all’ira, l’avventore ha tirato fuori un coltello e colpito di striscio il cittadino bulgaro al gluteo. L’immediato intervento di alcuni astanti ha impedito che la situazione degenerasse. Soccorsi immediati per lo straniero che ha riportato lievi feriti. Sul posto gli uomini dell’Arma che hanno ascoltato il salernitano ed alcune persone presenti sul posto che hanno riferito quanto visto. Da verificare, se come raccontato dal cittadino salernitano, le richieste erano state così pressanti e, soprattutto, per quale motivo l’aggressore andasse in giro con un coltello che è stato immediatamente posto sotto sequestro dai carabinieri. Ulteriori indagini sono in corso per chiarire ogni aspetto della vicenda. In ogni caso dopo la morte di Sergio Rossi (per la quale sono finiti a processo per omicidio due cittadini rumeni) ed altri episodi vandalici piazza Vittorio Veneto e l’intera area della stazione restano terra di nessuno. Con tutte le conseguenze del caso.

Consiglia

Cronaca

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->