Squadra in debito d’ossigeno, condizione fisica sotto accusa

Scritto da , 18 novembre 2014
image_pdfimage_print

SALERNO. La Salernitana è seconda ad un punto dalla capolista Benevento, e siamo d’accordo. Non può però passare inosservata la condizione atletica della squadra granata, sembrata non adeguata. Un campanello d’allarme in vista di un campionato lungo e massacrante come quello di Lega Pro, specie se si dovesse arrivare all’appendice dei play off per accedere alla serie superiore. Troppo spesso la Salernitana ha chiuso in debito d’ossigeno le partite, senza riuscire a dare il colpo di grazia ed ad affondare il colpo quando si poteva e si doveva, vedasi la gara con la Reggina. Nonostante l’avversario fosse ormai tutto in avanti ed in chiara difficoltà, i granata non sono riusciti quasi mai a ripartire in contropiede per cercare di chiudere un match che con un avversario più concreto e forte si sarebbe anche potuto rischiare di non vincere. Ieri pomeriggio intanto la Salernitana ha ripreso gli allenamenti al campo “Volpe”. I granata hanno aperto la prima seduta di allenamento della settimana con un riscaldamento tecnico seguito da lavori di forza ed esercitazioni per il possesso palla. L’allenamento è terminato con partite a campo ridotto e lavoro atletico. Per ovviare a questa oggettiva difficoltà atletica oggi Menichini (nella foto) ha previsto una doppia seduta. Gli allenamenti riprenderanno alle ore 10:30 al campo “Volpe”a porte chiuse mentre resta da stabilire, dopo aver monitorato le condizioni del meteo, il secondo impianto. La Salernitana potrebbe anche effettuare un richiamo della preparazione, probabilmente durante la sosta natalizia.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->