Sposi ma non solo: il Patron Sorgente soddisfatto

Scritto da , 11 novembre 2017

Salerno ospita la ventiquattresima edizione di Sposi ma non solo. Inaugurata nel pomeriggio di giovedì scorso la manifestazione – che resterà in città fino a domenica p12 novembre – ha già fatto registrare un boom di visitatori, promessi sposi e semplici curiosi. Soddisfatto Mimmo Sorgente, patron di Sposi ma non solo.

 

«La manifestazione Sposi ma non solo è giunta alla sua ventiquattresima edizione. Quali sono le novità di quest’anno?»

Sposi ma non solo è una manifestazione che esiste da 24 anni. La novità potrebbe essere dedicata soprattutto alle proposte avanzate dalle aziende che seguono questa manifestazione da ormai tanti anni. Noi – negli ultimi anni – abbiamo scelto di farla a novembre proprio per dare la possibilità a tutte le aziende di proporsi con le giuste novità primavera/estate 2018. Questa è una manifestazione che si rivolge ad un pubblico settoriale, un pubblico interessato all’organizzazione di tutti gli eventi, piccoli o grandi che siano. Proprio per questo si parla di Sposi ma non solo.

«L’evento è stato inaugurato giovedì e ha visto la partecipazione di una delegazione di giocatori della Salernitana. Fin da subito si può parlare di boom di presenze, non crede?»

«Si, abbiamo inaugurato giovedì con questa bella cornice delle Miss e nella serata di venerdì abbiamo l’elezione di miss Sposi ma non solo. Giovedì, giorno dell’inaugurazione, abbiamo avuto la presenza anche di una folta rappresentanza dei giocatori della Salernitana. Mentre giovedì e venerdì i padiglioni del centro Agro alimentare sono stati aperti al pubblico sono di pomeriggio, sabato e domenica saremo aperti anche di mattina. Stiamo riscontrando già da adesso un grande interesse su tutte le nostre piattaforme social e la pagina internet».

«La manifestazione Sposi ma non solo accoglie visitatori da diverse parti della regione e non solo».

«Si, esatto. Sposi ma non solo ormai si è ritagliato uno spazio importante nel panorama interregionale con visitatori da tutta la Campania, Calabria, Puglia e non solo.

«Anche la nuova edizione di quest’anno è riuscita ad attirare, fin dal giorno dell’inaugurazione, non solo promessi sposi ma anche semplici curiosi».

«Questa manifestazione attrae in città sempre più persone perché noi abbiamo sempre differenziato l’offerta commerciale e, dunque, abbiamo anche espositori dedicati alla casa e non per forza alla cerimonia. Il successo di questa manifestazione probabilmente è proprio quello che insieme al momento espositivo c’è anche il momento dello spettacolo perché tutte le sere ci sono défilé di abiti da sposa o da sposo e abiti da cerimonia. C’è questo concorso di miss sposa che è una vera vetrina per il campo della moda. C’è veramente di tutto.

«Un evento di soli quattro giorni che racchiude però il lavoro di un intero anno. Parliamo oggi di un appuntamento tradizionale»

«SI, Abbiamo creato un appuntamento tradizionale perché Sposi ma non Solo vive di questi 4 giorni in cui l’evento racchiude il lavoro di tutto l’anno. Siamo molto contenti perché abbiamo aziende che ci seguono da vent’anni ormai e stiamo riscontrando che ci sono coppie che vengono più giorni perché all’interno della manifestazione si trova una grande offerta e una grande consulenza. Poi, la nostra è una provincia dove il matrimonio supera le percentuali di quasi tutto il resto d’Italia perché tra la Costiera Amalfitana, Salerno città e la Costiera Cilentana ci sono tante coppie che anche da fuori nazione scelgono di venire a sposarsi qui. E questo ha fatto crescere tantissime professionalità all’interno di questo settore che – voglio ricordare – è sempre molto vario. Questo, infatti, è un settore dove ogni anno si scoprono anche professionalità nuove e oggi, il nostro è un evento ricco di tanti artigiani, dai fiorai ai fotografi che sono professioni cresciute grazie all’interesse che c’è nel mondo della cerimonia, almeno nella nostra zona. Se si va a Roma o Milano, infatti, non si ha la stessa offerta in percentuale di professionalità perché il matrimonio non è sentito come da noi».

«Per quanto riguarda il concorso indetto da Pasquale Salsano?»

«È una cosa molto interessante. Sono diversi anni che abbiamo fatto questo matrimonio con Pasquale Salsano che porta – con il suo Smac fashion – a Salerno stilisti emergenti, a testimonianza che Sposi ma non solo non è solo cerimonia ma è diventato un evento, un appuntamento. L’interesse che riscontriamo dai media, dal semplice curioso, dalle aziende o dalle altre manifestazioni che si allacciano alla nostra organizzazione che trasforma i padiglioni del centro agroalimentare in veri e propri saloni di spettacolo, ne sono la prova.

 

Consiglia

Lascia un commento

Puoi eseguire il login con Facebook

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per completare inserire risultato e prosegui * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.