Sportello gratuito di ascolto psicologico e ri-educazione al contatto

Scritto da , 25 Maggio 2021
image_pdfimage_print

E’ stato presentato presso la sede provinciale della Cisl di Salerno lo “Sportello gratuito di ascolto psicologico e ri-educazione al contatto” promosso e sostenuto dalla vasta e importante rete di associazioni salernitane. Lo sportello sarà attivo il lunedì e giovedì dalle 9 alle 20 su prenotazione presso il seguente indirizzo: sportellodonationitalia@gmail.com. Gli appuntamenti avverranno in modalità telematica o, per chi lo vorrà, presso gli studi professionali delle psicologhe Chiara Di Capua e Antonella Gennatiempo, responsabili del progetto. Lo sportello nasce con l’obiettivo di offrire un aiuto mirato a chiunque si trovi in una condizione di fragilità o solitudine. Nello scenario di un’auspicata ripresa post pandemica, rieducarci alla socialità e al contatto non è una cosa semplice. Il servizio gratuito offre strumenti e strategie per superare le incertezze che il covid ha prodotto sul nostro benessere psicologico e sulla socialità. Alla presentazione erano presenti Gerardo Ceres, segretario generale della Cisl Salerno, Luigi Bisogno, presidente della Cisl Giovani Salerno e Donation Italia, e le referenti del progetto, Chiara Di Capua e Antonella Gennatiempo. “Lo sportello sarà a disposizione di tutti i cittadini del salernitano – dichiara Luigi Bisogno, presidente della Cisl Giovani di Salerno e Donation Italia -. Questo è un progetto pilota con l’obiettivo di presentare un vero e proprio report dettagliato di tutte le patologie e problematiche emerse, al termine dei 6 mesi previsti, sia alle istituzioni locali sia quelle preposte per tale fine”. “Abbiamo voluto ritagliare questo spazio per riassegnare dei significati che forse, a causa anche del periodo storico che stiamo vivendo, abbiamo un po’ smarrito. Il significato della socialità, dello stare insieme, senza la paura che possa accadere qualcosa. Entrare in contatto con le nostre emozioni, rieducarsi a starci insieme, viverle, ci permetterà di orientarci in questa nuova epoca e io voglio dare il mio contributo in questo”, ha detto Chiara Di Capua. “Viviamo tutti uno stato di speranza per un ritorno alla “normalità “, ma allo stesso tempo famiglia, lavoro, relazioni, hanno subito duri colpi e c’è il bisogno di sentirsi supportati ed accolti, in previsione di una piena e consapevole *ri-nascita*. Ecco uno spazio gratuito dedicato all’ascolto e all’ accoglienza; un momento in cui si possano condividere vissuti, difficoltà, riflessioni e scoprire risorse interne, per poter fronteggiare aspetti di vita in cui ci si sente a disagio, al fine di ritrovare un contatto con il proprio sé, con la società e con la vita stessa”, ha detto Gennatiempo.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->