Spettacolo sugli spalti ed in campo, ma è il Bari a far festa. La curva sud contesta Lotito

Scritto da , 26 marzo 2016
image_pdfimage_print

di Marco De Martino

SALERNO. Errori, emozioni, rimonte e tanta amarezza: la Salernitana esce sconfitta dalla gara con il Bari per 4-3 e vede allontanarsi la salvezza. Dopo aver avuto la forza di rimontare dallo 0-1 e dal 1-3 i granata incassano la rete di Dezi (doppietta per il napoletano) e soccombono.

L’avvio è frizzante con Coda prima (colpo di testa fuori) e Rosina poi (sinistro bloccato da Terracciano) che saggiano le due difese nei primi 5’. Al minuto 14, sugli sviluppi di una punizione calciata da Rosina dalla sinistra, s’accende una mischia ad un metro dalla linea di porta granata ma nessun attaccante barese riesce nel tap in vincente e la Salernitana si salva. Il Bari domina ed al 16’ va ancora vicinissimo al vantaggio con Valiani, il cui destro dal limite finisce di poco alto sulla traversa. La risposta della squadra granata arriva al 18’ con Nalini che, servito da Coda, svirgola da buona posizione. Subito dopo Gatto s’invola in contropiede presentandosi davanti a Micai, ma il suo tiro di punta viene respinto dal portiere pugliese. Al 22’ Nalini s’infortuna ed al suo posto Menichini lancia Donnarumma, schierato esterno a sinistra nel 4-3-3. Proprio l’ex bomber del Teramo impegna Micai con un colpo di testa al 31’. La Salernitana si rianima, alza il baricentro e crea un altro paio di pericoli, sempre in mischia, in area biancorossa ma senza successo. Al 37’ su cross di Odjer, Di Cesare anticipa il proprio portiere in uscita ma il suo colpo di testa all’indietro si stampa beffardo sulla parte alta della traversa ed esce. Due minuti più tardi la Salernitana va ancora vicina al vantaggio con Donnarumma, ma il suo colpo di testa viene respinto da Micai. Nel migliore momento della Salernitana arriva la beffa, proprio allo scadere. Solita mischia in area granata, ma stavolta a risolverla in favore del Bari c’è Dezi che di piatto batte Terracciano portando avanti il Bari. Sessanta secondi dopo i granata però pervengono al pareggio immediato: azione insistita di Gatto, cross sul secondo palo dove Donnarumma è puntuale a battere di testa Micai. Doppia emozione e tutti negli spogliatoi per il riposo.

La ripresa inizia malissimo: al 52’ Rosina lascia partire un sinistro innocuo, ma la deviazione di Sansone rende la traiettoria del pallone micidiale con Terracciano non esente da colpe. Anche stavolta la Salernitana reagisce subito, ma il colpo di testa di Ceccarelli viene respinto alla grande da Micai. I granata si riversano in avanti ma il Bari riparte in contropiede e Maniero triplica su assist di Sansone. La Salernitana non molla e tre minuti dopo riapre la contesa. Su una palla vagante in area s’avventa Coda che di giustezza fa 2-3. L’incredibile girandola di gol non si ferma ed un minuto dopo Donnarumma, servito da Coda, salta un avversario e con un tiro a giro fulmina Micai. Ma non finisce qui. Dezi, al culmine dell’ennesima mischia in area, scarica in rete il pallone del 4-3. Al 67’ Donnarumma avrebbe la chance per il pareggio ma a porta vuota calcia su Tonucci, poi Micai sventa. A dieci minuti dalla fine Odjer si fa espellere per somma di ammonizioni e per la Salernitana è notte fonda. L’ultima opportunità per i granata capita al 91’ sulla testa di Coda ma la conclusione del centravanti è larga di un soffio. La gara termina con la vittoria del Bari: a fare festa sono i quattromila baresi, mentre per i salernitani c’è solo amarezza per una situazione sempre più compromessa.

SALERNITANA-BARI 3-4

SALERNITANA (4-3-3): Terracciano; Ceccarelli, Bernardini Empereur, Rossi; Odjer, Pestrin (57’ Zito), Bovo; Nalini (23’ Donnarumma), Coda, Gatto (85’ Bus). A disposizione: Strakosha, Franco, Moro, Tounkara, Tuia, Ronaldo. All. Menichini

BARI (4-3-3): Micai; Defendi, Tonucci, Di Cesare (80’ Contini), Gemiti; Valiani (73’ Lazzari), Romizi, Dezi; Rosina, Maniero (92’ De Luca), Sansone. A disp.: Guarna, Donati, Tutino, Rada, Cissokho, Jakimovski

ARBITRO: Saia di Palermo (Bellutti-Dei Giudici. Quarto uomo: Viotti)

MARCATORI: 43’ e 63’ Dezi, 45’ e 60’ Donnarumma, 52’ Sansone, 55’ Maniero, 58’ Coda

NOTE: Spettatori 17651 (quota abbonati 5418) di cui quattromila circa da Bari. Ammoniti Rossi, Lazzari, Ceccarelli. Espulso all’80’ Odjer per doppia ammonizione. Recuperi 2’ e 3’

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->