Spaccio nella Piana arrivano le condanne

Scritto da , 1 Maggio 2021
image_pdfimage_print

di Pina Ferro

Spaccio di droga nella Piana e nei Picentino arrivano le condanne. I giudici della Prima sezione Penale collegiale – (Montefusco presidente, Caccavale e D’Agostino a latere), hanno emesso la sentenza che ha definito il procedimento con cui la Procura della Repubblica di Salerno, in seguito a complesse e laboriose attività di indagine supportate da intercettazioni telefoniche ed ambientali, aveva acceso i fari sul gruppo che ha operato nel territorio di Campagna circa dieci anni fa. Gli imputati erano accusati, a vario titolo ed in diversa misura, di detenzione, spaccio e coltivazione di sostanze stupefacenti, associazione finalizzata allo spaccio, nonché porto illegale di armi e munizioni e danneggiamento aggravato. Molte delle accuse a carico di alcuni imputati sono state ridimensionate. I giudici, al termine della camera di consigli durata oltre 4 ore, hanno condannato: Davide Nieddu, a 4 anni, 1 mese e 10 giorni di reclusione (il Pm aveva chiesto 9 anni di reclusione);  Fabio Cafaro 2 anni e 5 mesi (richiesta pm 9 anni e 6 mesi di reclusione); Emanuele Sessa, 3 anni di reclusione (richiesta pm 8 anni e 6 mesi); Cosimo Busillo, 7 anni e 2 mesi (richiesta pm 8 anni); Armando De Luna, 5 anni e 2 mesi (richiesta del Pm 5 anni e 10 mesi); Camelia Agiurgioaei, 6 anni e 8 mesi (richiesta del Pm 7 anni e 3 mesi); Stefano Calzaretta, 1 anno e 8 mesi (richiesta 2 anni e 3 mesi); Anna D’Ambrosio, 2 anni e 2 mesi (richiesta 3 anni e 3 mesi); Fabio Viviani 1 anno e 6 mesi, (richiesta 1 anno e 9 mesi di reclusione); Antonio Pepe, 1 anno e 4 mesi (richiesta 3 anni e 6 mesi di reclusione); Carmine Mansi 1 anno e 5 mesi,(richiesta 1 anno e 9 mesi); Daniele Fimiano, 1 anno e 8 mesi (richiesta 3 anni); Gelsomino Del Giorno , 1 anno e 6 mesi (richiesta di 3 anni e 6 mesi); Mirko Glielmi 6 mesi (richiesta di 2 anni). Assolti dalle imputazioni a loro ascritte Angelo Ciro Tierno (difeso dall’avvocato Stefano Soriano), per il quale la Procura aveva chiesto 1 anno e 9 mesi, Cristian Busillo (difeso dall’Avv. Dario Barbirotti), per il quale la Procura aveva chiesto 1 anno e 6 mesi, Gerardina Piccirillo (difesa da Dario Barbirotti), per la quale erano stati chiesti 7 anni, Vincenzo Caiafa (difeso da Luca Ruggiero), la Procura aveva chiesto 2 anni e 6 mesi, Antonino Salito (difeso da Elisabetta Granito) erano stati chiesto 6 anni; Moscato Ruggiero (difeso da Livio Moscato), per il quale erano stati chiesti 3 anni e 6 mesi, Mastrolia Gerardo (difeso da Edoardo Rocco), per il quale il Pm aveva chiesto 2 anni e 10 mesi. Le indagini, partite nel 2013, avevano permesso di disvelare una ampia rete di spaccio di sostanze stupefacenti del tipo marijuana e crack alla quale si approvvigionavano i tossicodipendenti della zona nonché un’associazione finalizzata al traffico illecito di stupefacenti, costituita, tra gli altri, da Antonino Busillo, col ruolo di capo, promotore ed organizzatore e da Gaetano Glielmi già condannati in precedenza con il rito dell’abbreviato.

Consiglia

Lascia un commento

Puoi eseguire il login con Facebook

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per completare inserire risultato e prosegui * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->