Sottosegretari: tra i papabili Piero De Luca e Pina Picierno

Scritto da , 14 Dicembre 2016
image_pdfimage_print

A ministero nuovo, quello di De Vincenti, dovrebbe corrispondere anche un sottosegretario nuovo. E da ieri alla Camera è partito il treno delle candidature o autocandidature. Con un iperattivismo campano che non si vedeva dai tempi del carro del vincitore Renzi. Tanti gli aspiranti: da Tino Iannuzzi, all’europarlamentare Pina Picierno (che, però, avrebbe in testa la segreteria regionale), alla giovane turca Valeria Valente, passando per Piero De Luca e Ciro Buonajuto. Che, però, devono fare i conti con il fatto che sono già cinque i sottosegretari uscenti campani (Enzo Amendola, Gennaro Migliore, Umberto Del Basso de Caro, Antimo Cesaro e Gioacchino Alfano).  Logica vorrebbe che lo scranno di sottogoverno al Sud andasse ad un pugliese. Un modo per tentare di arginare Michele Emiliano pronto a candidarsi al congresso Pd contro Matteo Renzi.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->