Sosta selvaggia nel centro storico ma è un’auto dei vigili urbani: traffico fermo per 20 minuti

Scritto da , 9 febbraio 2016

di Marta Naddei

Una sosta quasi nel mezzo della strettissima carreggiata. Quattro frecce accese. Una fila di auto e motorini che, per venti minuti, hanno atteso il ritorno del proprietario della vettura.
Peccato che, quell’automobile, non fosse un veicolo come gli altri: era un Giulietta Alfa Romeo, bianca e blu con una grossa scritta sopra “Polizia municipale”. Parcheggiata alla meno peggio, a poche decine di centimetri dal muro di un edificio ma in modo tale da impedire il passaggio di tutti gli altri veicoli.
Proprio così: ieri mattina, in via Tasso, nel cuore del centro storico di Salerno, è stata una pattuglia dei vigili urbani a creare disagi e scompiglio, lasciando ad attendere una decina tra automobilisti e centauri, in possesso del permesso per transitare in zona, per oltre venti minuti.
A quanto pare, stando al racconto di coloro che sono stati involontari protagonisti dell’attesa, a nulla sono valse neanche le chiamate alla centrale della polizia municipale: tutte le telefonate non hanno avuto l’esito sperato.
Sono stati, così, gli stessi cittadini – spazientiti dal piccolo ingorgo creatosi nella strettissima via Tasso – a mettersi alla ricerca dei vigili urbani dal “parcheggio selvaggio” che sono stati poi ritrovati in un edificio poco distante (al civico numero 43), impegnati in un intervento. Una distanza tale, comunque, da impedire probabilmente anche l’udire dei clacson delle vetture in coda.
Alle rimostranze degli automobilisti, però, pare che uno dei due agenti della municipale ha provato a giustificarsi, sottolineando che erano state cause di forza maggiore a indurli a parcheggiare in quel modo e sostenendo che «sono cose che possono capitare».
Una giustificazione che, però, altro non ha fatto che mandare su tutte le furie i già provati cittadini che hanno chiesto se, a parti invertite, ci sarebbe stata la stessa clemenza nei confronti di un semplice cittadino.
Solo dopo venti minuti la situazione è tornata alla normalità, non prima che partisse la corsa ai numeri al Lotto: tra i più gettonati il 21 (numero della pattuglia), il 43 (il numero civico dell’abitazione dove i due agenti stavano effettuando l’intervento) e il numero 14 (il vigile urbano).

Consiglia

Cronaca

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->