Sosta e rifiuti, Longo a Cariello: «L’aggio a noi»

Scritto da , 4 Gennaio 2019
image_pdfimage_print

di Andrea Bignardi

Continuano i contrasti tra alcuni rappresentanti del mondo politico di Battipaglia ed Eboli. In particolare a generare un notevole dibattito vi sarebbero due annose situazioni critiche: la gestione dei parcheggi ricadenti nel territorio comunale battipagliese da parte dell’ente ebolitano per il tramite di una società privata, e la presenza di esalazioni maleodoranti provenienti dall’impianto di compostaggio (in foto, ndr)sito nel territorio comunale di Eboli ma in prossimità del confine con Battipaglia. Entrambe le questioni sono state attenzionate dal consigliere di Fi Valerio Longo, che ha dichiarato in merito alla questione parcheggi: «Ho letto della possibilità di un accordo fra Eboli e Battipaglia per la questione dei parcheggi in litoranea. Però a condizione che Battipaglia rientri nelle somme che sono dovute quale aggio per usufruire delle aree. Su tale aspetto non è possibile far finta di nulla» . Il consigliere non ha risparmiato attacchi al sindaco di Eboli Massimo Cariello, relativamente alla gestione dell’impianto di compostaggio che secondo Longo metterebbe in gioco la qualità della vita della comunità battipagliese, invitando quest’ultimo a “non fare finta di niente”. «Già Battipaglia sta dando da anni sul sistema rifiuti, con una Regione Campania che ci tratta da paese del terzo mondo» ha aggiunto Longo, che ha evidenziato come Battipaglia sia considerata come «lo sversatoio della provincia, per l’incapacità di De Luca di risolvere l’intera questione». Tali negligenze del governatore hanno condotto secondo il consigliere ad un proliferare abnorme delle imprese private che trattano rifiuti sul territorio della cittadina capofila della piana del Sele, oltre che ad un peggioramento della qualità della vita dei battipagliesi, costretti a convivere con un impianto di compostaggio a pochi passi dalle loro abitazioni.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->