Sospese le attività del Modo Il titolare: “Non commento”

Scritto da , 14 Febbraio 2019
image_pdfimage_print

Erika Noschese

Si cela dietro un secco “No comment” il titolare del Modo ristorante che dopo l’aggressione ai danni di un cliente cacciato dal locale e aggredito da tre bodyguard è costretto a chiudere nuovamente i battenti. In seguito ai fatti avvenuti infatti il questore di Salerno ha disposto la sospensione per 15 giorni delle attività del locale in cui è stato aggredito Patrizio, il giovane in evidente stato di ebbrezza colpito a calci e pugni da tre buttafuori, nel tentativo di rientrare all’interno del locale. Gli agenti della Polizia di Stato della Divisione Amministrativa e Sociale hanno notificato il provvedimento al gestore del locale, Raffaele Colucci, nella mattinata di ieri. Da parte dei diretti interessati, dunque, nessuna replica se non una ferma condanna del gesto di violenza da parte dei tre addetti alla sicurezza, assunti presso la Ms Investigazioni. E prorio tenendo conto della gravità del comportamento dei tre bodyguard “assunti” dalla struttura per tutto il periodo invernale, in occasione delle serate organizzate presso il Modo Ristorante, i tre aggressori sono stati prontamente identificati. La polizia di Stato di Salerno sta procedendo ad ulteriori attività ed accertamenti finalizzati alla revoca dell’iscrizione dei tre nell’apposito elenco tenuto presso la Prefettura relativo agli esercenti dell’attività di addetto alla sicurezza dei pubblici locali. Per il Modo ristorante si Identificati i tre buttafuori: per loro è stata decisa la revoca dell’iscrizione nell’apposito elenco tenuto presso la Prefettura. Si tratta del secondo stop forzato, dopo i controlli dei Nas avvenuti nel mese di dicembre 2018 quando il locale è stato chiuso a causa dell’assenza della dovuta autorizzazione per attività di discoteca oltre al sovraffollamento di persone all’interno del ristorante e il titolare è stato denunciato.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->