Soget, la rabbia di Zitarosa: “Chi non ha ricevuta paghi soltanto la multa iniziale”

Scritto da , 18 gennaio 2017

di Brigida Vicinanza

Il caso Soget continua a far discutere. Una vera e propria rivolta tra i cittadini salernitani che hanno visto recapitarsi a casa multe già pagate e da pagare nuovamente, con la conseguente presa d’assalto del comando della Polizia municipale per le proteste. A scendere in campo in prima battuta è stato il consigliere comunale di Forza Italia Giuseppe Zitarosa, che aveva denunciato la questione e che ora vuole vederci chiaro sulla questione. Proprio ieri infatti il consigliere Zitarosa fa sapere di esserci recato direttamente all’interno degli uffici del settore ragioneria per capire la questione, ricevendo in prima persona solleciti da parte dei salernitani che ora sono sul piede di guerra. “Sono stato in ufficio in prima persona per cercare spiegazioni e una soluzione, mi hanno risposto che i versamenti già fatti dovevano essere registrati direttamente dai vigili urbani che però non l’hanno fatto e di conseguenza le multe risultano non pagate. Dal Comando dovrebbero poi chiedere agli uffici postali le verifiche opportune sui cittadini che hanno già pagato la sanzione e questo non è possibile in quanto alle Poste possono dare riscontro soltanto degli ultimi sei mesi – ha sottolineato Zitarosa – quindi chi ha ricevuto le multe del 2012 e dl 2013 ed è in possesso della ricevuta di pagamento dovrà mostrare quella”. Mentre per chi non è in possesso della ricevuta insomma pare sia costretto a pagare nuovamente la questione. Ed è qui che molti salernitani stanno annunciando tantissimi ricorsi, in quanto a distanza di anni molti non hanno conservato infatti la ricevuta di pagamento. “Proverò a proporre anche in consiglio comunale il pagamento uguale per tutti. Ovvero chi non è in possesso della ricevuta può pagare i 40 euro iniziali senza l’aggiunta delle spese legali della Soget, perché proprio la spesa aggiuntiva della società è un vero e proprio furto, quasi 60 euro di spese legali sono insostenibili. Per una famiglia formata da tante persone pagare nuovamente una sanzione che arriva a 150 euro ad esempio è improponibile”. Il consigliere in quota Forza Italia dunque fa sapere che avvierà tutte le azioni possibili per tutelare i cittadini ed ovviare al problema che sta mettendo in seria preoccupazione e difficoltà i tantissimi salernitani.

Consiglia