Sinistra Italiana sceglie una doppia guida

Scritto da , 3 aprile 2017

 

di Andrea Pellegrino

Doppio coordinatore per Sinistra Italiana che ieri ha concluso il suo congresso provinciale a Salerno. Confermato Franco Mari che sarà, però, affiancato da Rosita Gigantino nella guida del partito in provincia di Salerno. «L’esperienza e l’innovazione – spiega Tonino Scala, segretario regionale e garante del congresso – Abbiamo adottato il sistema doppio: un uomo ed una donna per coordinare il partito». Il professore Pino Cantillo, invece, è stato eletto presidente dell’assemblea che si compone, invece, di 69 membri. Sono 31, invece, i delegati designati per il congresso regionale fissato per il 22 aprile, con Tonino Scala che tenta la riconferma. Ancora, Alfonso Della Porta, invece, sarà il tesoriere della neo segreteria di Sinistra Italiana. Le fratture della vigilia, dunque, sarebbero state superate, con la convergenza delle diverse anime sul doppio coordinatore. «Intendo ringraziare – dice Gigantino – gli ospiti del mondo dell’associazionismo che hanno inteso portare il loro contributo al nostro primo congresso. In secondo luogo il ringraziamento va a tutti i compagni e le compagne che hanno saputo dare vita a un dibattito acceso e ricco di spunti e di opportunità che ci consentirà di fare nei prossimi mesi un percorso innovativo e unitario peso a riportare al centro del dibattito politico il lavoro e l’ambiente, l’antifascismo e i diritti sociali, consci delle difficoltà che un simile lavoro politico e culturale comporta. Siamo pronti all’ascolto e alla collaborazione di quanti intendessero portare il loro contributo in chiave antiliberista e redistributiva. Ora – prosegue – è il momento di mettersi al lavoro e portare all’attenzione di una moltitudine sempre più vasta le nostre proposte, ed un rinnovato senso di comunità a sinistra. Intendo rappresentare la generazione cui appartengo che la generazione del lavoro precario e dei voucher una realtà che ho sperimentato sulla mia pelle e sono convinta che la politica sia in tal senso l’unico strumento ancora in grado di cambiare lo stato di cose esistente». Questi i componenti dell’assemblea di federazione: Luigi Adinolfi (segretario Fillea Cgil Salerno); Fausto Aliberti (ex vicesindaco di Siano); Matteo Annarumma; Giovanna Basile (segretario Flai Cgil Salerno); Adele Basso; Francesco BAsso; Paolo Battista; Caterina Bianco; Anselmo Botte (segreteria Cgil Salerno); Enza Braca; Simone Buonomo; Pino Cantillo (docente universitario); Antonio Capezzuto (Nidil Cgil Salerno); Giuseppe Carotenuto; Laura Carratù; Diego Carratù; Raffaella Casciello (già candidata al Consiglio regionale); Pina Casella; Mariangela Catania; Vincenzo Cavaliero; Patrizia Cavallo; Gabriela Cianciulli; Giovanni Cimmino; Giuseppe Criscito; Maria Teresa D’Alessio; Pina D’Antuono; Luca Daniele; Mariolina De Falco; Nello De Luca; Alfonso Della Porta; Francesca Federico; Gemma Freda; Norberto Gagliardi; Anna Maria Galluccio; Rosita Gigantino; PietroVito Grieco; Maurizio Isio; Carmen La Manna; Gianpaolo Lambiase (consigliere comunale di Salerno); Gianluca Liguori; Clara Lodomini (Flc Cgil); Franco Mari (ex segretario provinciale di Sel); Federico Marra; Marco Matano (ex segretario cittadino Sel); Arnaldo Miglino, Mirella Milite; Grazia Montoro; Vincenza Muro; Claudio Pagano; Alessia Paolillo; Michele Pirone; Luciano Ragazzi; Noemi Rocca; Aldo Romano; Anna Rossi; Giuseppe Roviello; Sofia Russo (ex componente segreteria Sel); Titti Santulli; Maddalena Sisinni; Dea Squillante; Vittoria Stoppiello; Nicola Daniele; Assunta Striano; Franco Tavella (ex segretario regionale Cgil); Alfonso Tortora; Iride Tranfaglia; Giuseppe Trapani; Maria Valois e Valentina Volpe. I delegati al congresso regionale sono: Luigi Adinolfi; Fausto Aliberti; Josephine Bernardini; Simone Buonomo; Anselmo Botte (sindacalista Cgil); Giuseppe Carotenuto; Raffaella Casciello; Mariangela Catania; Vincenzo Cavaliero; Clara Lodomini; Giuseppe Criscito; Maria Teresa D’Alessio; Luca Daniele; Mariolina De Falco; Lorenzo De Girolamo; Antonio De Rosa; Mariano Di Martino; Luigi Di Mauro; Annamaria Galluccio; Rosita Gigantino; Luigina Guerra; Gianpaolo Lambiase; Filomena Ler; Luciana Mandarino; Lello Masci; Grazia Montoro; Anna Santimone; Alfonso Schiavo; Dea Squillante; Franco Tavella e Valentina Volpe. I supplenti saranno, invece, 10: Michele Pirone; Filomena Nardiello; Giuseppe Roviello; Vittoria Stoppiello; Nello De Luca; Giuseppe Trapani; Giuseppe Chiariello; Gennaro De Caro; Francesco Mastrangelo e Caterina Bianco. Infine, la commissione di garanzia è composta da Gennaro De Caro; Giuseppe Chiariello; Salvatore Giuseppe Bongiorno; Salvatore Cirillo; Massimo Salvo; Nello Di Palma e Massimo De Crescenzo.

 

Consiglia