Si pensa all’election day «Prima la data, poi i nomi»

Scritto da , 3 Settembre 2014
image_pdfimage_print

di Andrea Pellegrino

«Parleremo di candidature vere nel momento in cui si fisseranno la data per le primarie e il termine per le candidature, solo allora potremo parlarne». Assunta Tartaglione, segretario regionale del Pd campano, risponde così a una domanda su una eventuale candidatura del sindaco di Salerno Vincenzo De Luca alle primarie per la scelta del candidato governatore in vista delle elezioni delle prossima primavera. Al momento, infatti, mancherebbero sia la certezza delle primarie che una data certa per lo svolgimento delle elezioni interne al partito. Secondo prime indicazioni, ad eccezione di un intervento di Matteo Renzi che spazzerebbe via l’ipotesi primarie in Campania, le consultazioni potrebbero tenersi a fine ottobre, in una giornata unica in tutta Italia. Quanto alle candidature, che aumentano giorno dopo giorno, la Tartaglione non si sbottona: «Si tratta di candidature autorevoli – dice – E’ legittimo che ci siano degli autorevoli esponenti del Pd che ambiscono a essere candidati alle primarie e al governo della Regione». Sulla data, la segretaria regionale precisa: «La decisione se ci sarà una sola giornata per le primarie in tutta Italia, non è mia singola ma sarà comunque presa a breve, nella prossima riunione dei segretari regionali». «C’è al momento – afferma – una commissione che lavora a una modifica del regolamento per decidere la data ed eliminare la vacatio che ha portato problemi». A Salerno, intanto, i deluchiani spingono sull’acceleratore delle primarie. L’assessore comunale Alfonso Buonaiuto dice, infatti: «Le primarie sono nel Dna del Pd, ora e per sempre, aperte e collegiali. Questo è il modello Renzi e questo è quello che faremo in Campania». A Napoli, invece, gli occhi sono tutti puntati alla Fonderia che si terrà a fine settembre. Gli under 40 sperano che dall’iniziativa che si svolgerà a Bagnoli possa uscire il nome del candidato Governatore, evitando così le primarie interne. Le adesioni alla “Leopolda Sud” non mancherebbero: ieri ha detto sì anche il consigliere regionale Peppe Russo che ha comunicato a Nicodemo e Picierno la sua presenza all’appuntamento di Città della Scienza. Ma prima della tappa napoletana a Salerno ci sarà “Festa Impegno” che aprirà i battenti, al villaggio della solidarietà “G. Scocozza”, sabato mattina con un incontro sul tema “Per un terzo settore riconosciuto e protagonista”. Ad aprire i lavori il consigliere comunale Luigi Bernabò mentre seguirà l’intervento della deputata Pd Francesca Bonomo. Domenica, alle ore 17,00, invece ci saranno Pina Picierno e Raffaele Topo. La festa, promossa da Rete Solidale si concluderà il 12 settembre.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->