Si è spenta Zaha Hadid, l’archistar progettò la Stazione marittima di Salerno

Scritto da , 31 marzo 2016
image_pdfimage_print

L’architetto Zaha Hadid si è spenta per un attacco cardiaco in un ospedale di Miami, dove era in cura per una bronchite. Aveva 66 anni ed era una delle star mondiali dell’architettura e i suoi progetti sono stati commissionati in tutto il mondo, da Hong Kong alla Germania all’Azerbaijan. Suo anche quello del London Olympic Aquatic Centre e il MAXXI, il Museo nazionale delle arti del XXI secolo, di Roma. La Hadid ha lasciato il suo segno anche a Salerno, dove ha progettato la Stazione marittima.

L’assessore all’Urbanistica Mimmo De Maio.La notizia della morte di Zaha Hadid mi lascia attonito. Colpisce chi come me l’ha conosciuta ed apprezzata per il lavoro che, con impegno e professionalità, ha dedicato a Salerno. L’archiettura mondiale perde uno dei suoi migliori interpreti.

Il sindaco Vincenzo Napoli. Apprendo con estremo dolore la notizia della improvvisa morte di Zaha Hadid, una delle più grandi firme dell’architettura mondiale. Tra le sue meravigliose creazioni progettate in tutto il mondo, Zaha Hadid aveva ideato la splendida Stazione Marittima di Salerno, che avremmo inaugurato da qui a poche settimane proprio alla presenza del grande architetto e del premier Matteo Renzi. Sarà quella una occasione per celebrarne la memoria, che resterà sempre viva nei suoi straordinari capolavori.

Vincenzo De Luca. «Apprendiamo con dolore della scomparsa di Zaha Hadid, una delle figure più geniali dell’architettura contemporanea internazionale. La ricordiamo per il suo impegno e anche per una sua opera straordinaria, tra le tante: la nuova Stazione marittima di Salerno che sarà inaugurata a fine aprile. L’aspettavamo, doveva essere con noi. E avevamo già concordato con lei un evento culturale con il mondo dell’architettura, dell’urbanistica e del design in Campania. Faremo in modo di ricordarla come merita».

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->