Settanta milioni per rifare il look al Golfo di Salerno

Scritto da , 20 febbraio 2013
image_pdfimage_print

Settanta milioni di euro per il ripascimento del Golfo di Salerno, duecentouno milioni di euro per la messa in sicurezza del fiume Sarno. 
Ci sono anche due progetti che interessano il territorio salernitano tra quelli ammessi a finanziamento dalla Regione Campania per un importo complessivo di un miliardo e 300 milioni di euro. Sono sette, in totale, i grandi progetti che sono già stati ammessi a finanziamento: Parco urbano di Bagnoli, Metropolitana di Napoli linea 1, Metropolitana linea 6, Metropolitana Metrocampania Nord est Piscinola-Capodichino, Ripascimento Golfo di Salerno, Messa in sicurezza del fiume Sarno e Statale 268 del Vesuvio. Nei prossimi giorni, invece, saranno firmati i decreti di ammissione per altri sei grandi progetti (per un valore complessivo di 550 milioni di euro), tra i quali però vi sono salernitani. A marzo toccherà ad altri due interventi, mentre tra quelli in fase di approfondimento progettuale vi è quello inerente gli interventi di depurazione per la provincia di Salerno per un ammontare di risorse da investire di 90 milioni di euro.
Tra i grandi progetti per i porti, insieme a quello di Napoli per il quale saranno stanziati 240 milioni di euro, c’è anche quello riguardante lo scalo marittimo salernitano con l’Autorità portuale che riceverà un finanziamento di 73 milioni di euro. 
Con lo stanziamento di queste importanti risorse nell’immediato, gli enti beneficiari potranno procedere con le indizioni delle gare d’appalto per l’affidamento dei lavori e di conseguenza con le cantierizzazioni. Mentre, per quanto riguarda gli altri interventi, si potrà immediatamente procedere con la progettazione con l’avvio delle gare entro la fine di questo 2013. 
Ad annunciare questo importante provvedimento sono stati il presidente della Regione Campania, Stefano Caldoro e l’assessore regionale ai lavori pubblici con delega al coordinamento strategico dei Grandi Progetti, Edoardo Cosenza, i quali ritengono che «in ogni caso, per questi 17 Grandi progetti, non vi siano problemi sulla procedura di “aiuti di Stato”» mentre per quel che concerne gli interventi previsti per i porti di Napoli e Salerno «nei prossimi giorni – spiegano Stefano Caldoro ed Edoardo Cosenza – sarà inviata la notifica a Bruxelles sulla procedura di “aiuti di Stato” che, si ritiene, possa dare esito di compatibilità pressoché totale. Stiamo seguendo anche il Grande programma Automotive-Aerospazio che vale 150 milioni di euro. La fase di valutazione dei piani di investimento presentati a seguito dell’emanazione dell’avviso pubblico terminerà a luglio».

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->