Servalli e De Luca, accordo e firma per il Piu Europa

Scritto da , 30 dicembre 2015

CAVA DE’ TIRRENI. Più Europa: sottoscritto ieri mattina dal sindaco Vincenzo Servalli e dal governatore Vincenzo De Luca, l’accordo sulla riprogrammazione del Programma Integrato Urbano (PIU) Europa, che assegna a Cava de’ Tirreni circa 14 milioni di euro. Presenti anche l’assessore Adolfo Salsano con delega al Bilancio, Programmazione economica, Fondi Europei, il dirigente dei LL. PP. Luigi Collazzo, con il supporto dell’Ufficio Più Europa. L’accordo prevede tra l’altro, il finanziamento di due nuovi interventi: la riqualificazione dell’intera area antistante il complesso di San Giovanni con l’abbattimento della palestra Parisi di via Nigro e la riqualificazione dell’area esterna del Palaeventi “cosiddetto palazzetto dello sport”. «Ringrazio il governatore De Luca – afferma il sindaco Servalli – per questo ulteriore risultato e per la sensibilità dimostrata, a coronamento degli sforzi dell’amministrazione, dei dirigenti e dei tecnici che lo hanno consentito». La riprogrammazione presentata dal Comune di Cava de’ Tirreni e condivisa dalla “Cabina di Regia” della Regione Campania, consentirà di ultimare tutti i cantieri non completati alla data del 31 dicembre: ristrutturazione di Casa Apicella; 2° e 3° lotto di Villa Rende; recupero complesso monumentale di San Giovanni, recupero e rifunzionalizzazione di contenitori pubblici e parzialmente dismessi; parco urbano corso Principe Amedeo; recupero funzionale dell’ex mercato di viale Crispi; sistemazione e riqualificazione traverse e corso Umberto I; riqualificazione Piazza Bassi ai Pianesi; lavori di restauro e copertura Palazzo di Città e ex mattatoio; riqualificazione aree centro storico e limitrofe. «Questa mattina è stato l’epilogo di un lavoro importante (ieri per chi legge) – afferma l’assessore Adolfo Salsano – anche di riaccreditamento della nostra città nei confronti della Regione. Il cambio di marcia che abbiamo imposto ha consentito di recuperare il terreno perso e porre le basi per la rimodulazione del finanziamento. Grazie all’ottimo lavoro degli uffici siamo stati l’unica città del salernitano e tra le cinque campane ad aver avuto parere favorevole dalla “Cabina di Regia” regionale». E ora comincia una nuova storia cittadina.

Consiglia