Serie B, bufera sul Crotone: DdA chiede sequestro società

Scritto da , 8 febbraio 2016
image_pdfimage_print

L’Antimafia ha chiesto il sequestro del Crotone calcio. La clamorosa notizia è riportata su La Stampa in edicola oggi.

“Sul Football club Crotone pende una richiesta di sequestro avanzata dalla Direzione distrettuale antimafia di Catanzaro.
La società, infatti, rientra nel lungo elenco di beni, per un valore totale di circa 800 milioni di euro, su cui l’antimafia calabrese vorrebbe apporre i sigilli” si legge nel quotidiano torinese.

Per il magistrato il patron del Crotone Calcio, Raffaele Vrenna e il fratello Giovanni “sono socialmente pericolosi tanto da richiedere nei loro confronti la misura di prevenzione della sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno nel Comune di residenza per 5 anni”.

Il tribunale, il 16 gennaio scorso, ha rigettato la richiesta ma la Procura antimafia insiste.

Ora, però, ci si chiede se la vicenda è suscettibile di avere ripercussioni sul piano sportivo; “allo stato attuale no – dice l’avvocato cagliaritano Carlo Porceddu, componente la Corte di Giustizia Federale della Federcalcio e con un passato di capo dell’Ufficio Indagini – ma se nello sviluppo dell’inchiesta della Procura calabrese dovessero emergere sospetti di una frode sportiva o di alterazione dei bilanci, allora la Procura federale potrebbe chiedere la trasmissione degli atti”.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->