Sequestri truffe Inps. C’è anche chi aveva otto fabbricati in proprietà

Scritto da , 30 giugno 2015

NOCERA INFERIORE. Cinquantadue tra terreni e case, cinque auto, due moto e quindici conti correnti bancari, postali o deposito di titoli. Questo è il risultato dei primi sequestri preventivi eseguiti nell’ambito dell’operazione” Mastrolindo”. Al 50enne funzionario Inps Vincenzo Stile (nella foto), arrestato nei giorni scorsi e oggetto di un provvedimento cautelare per un sequestro fino a un valore di 17,5 milioni di euro, sono stati sequestrati otto fabbricati, un conto corrente e un libretto postale. Al- l’ispettore del servizio ispettivo dell’Inps, Gianfranco De Natale, 54enne di Nocera Inferiore, sospeso per dodici mesi dalla sua attività, sono stati sequestrati sei fabbricati, un’auto ed un conto corrente(per lui il Gip aveva disposto un sequestro fino all’oc- correnza di 2,3 milioni di euro). Il commercialista paganese Renato Cascone ha visto il seque- stro di 13 immobili, un terreno, un’auto e tre conti corrente. Il consulente nocerino Saverio D’Antonio, ha visto il sequestro di un immobile e di un conto cor-

rente. Il commercialista Francesco De Prisco di Nocera ha visto il sequestro a suo carico di un’abitazione, un auto e una carta prepagata. All’imprenditrice paganese Rosa Toscano sono stati sequestrati quattro fab- bricati e una moto. Al consulente Domenico Pepe di Pagani sono stati sequestrati sei fabbricati, quattro terreni, una moto e due conti corrente. A Luigi Attianese di Sant’Egidio sono stati sequestrati quattro fabbricati, un ter- reno ed un libretto postale. All’ispettore sospeso dell’Inps, Canio Palladino, è stato sequestrato un fabbricato. Ad Alfonso Trapani sequestrata un’auto. Ad Anna Pepe di Pagani due conti correnti così come anche a Ferdinando Trapani. A Gerardo Marigliano sequestrate due auto.

Consiglia