Sequestri e chiusure da parte dei Nas

Scritto da , 2 settembre 2017

Pieffe

Lavoratori non in regola, sequestro di cibo e chiusura ad horas di due laboratori per la preparazione dei pasti. Chiusa anche una piscina. E’ il bilancio dei controlli effettuati nella giornata di ieri dagli uomini del Nucleo antisofisticazione dei carabinieri di Salerno diretti dal maggiore Vincenzo Ferrara a Positano. Nella cittadin a della costiera Amalfitana i Nas si sono recati presso diverse strutture alberghiere e ristorative per effettuare controlli sui prodotti che venivano offerti alla clientela e verificare la condizione della struttura stessa. Si tratta di normali controlli che i carabinieri del nucleo antisofisticazione stanno effettuando su tutto il territorio della provincia di Salerno. Attività preventive che continueranno anche nei prossimi giorni. Gli agenti del nucleo antisofisticazione e sanità di Salerno, unitamente al personale medico dell’Asl e dell’ispettorato del lavoro hanno fatto visita a numerose strutture che operavano nel paesino della Costiera Amalfitana tra cui l’albergo-ristorante “Il San Pietro”, “Da Costantino”, “La Cambusa” e “Le Sirenuse”. Qui gli agenti hanno trovato diverse irregolarità nella documentazione di diversi prodotti che venivano poi serviti in tavola ai clienti. In particolare a tali strutture è stata contestata l’assenza della documentazione relativa alla tracciabilità degli alimenti. E per tale ragione è scattato il sequestro amministrativo dei prodotti. Il ristorante “Al Barilotto del Nonno” si è visto chiusi i laboratori di cucina per irregolarità nella conservazione del cibo. I militari dopo diverse ore di controlli, si sono visti costretti a dover effettuare un sequestro amministrativo di circa 800 kg complessivi di prodotti culinari. Diverse anche le irregolarità, riscontrate da parte dell’ispettorato del lavoro. Gli uomini del maggiore Ferrara hanno estso i controlli anche agli affittacamere. Al titolare dell’affittacamere “Villa Magia” state riscontrate molteplici irregolarità alla struttura e, soprattutto, alla piscina, laa quale è stata chiuse ad horas. Giovedì sera i controlli hanno interessato la città di Salerno. Dalle ispezioni effettuate non è emersa alcuna violazione in materia di conservazione e documentazione relativa ai prodotti che vengono serviti in tavola. Nessun sequestro di alimenti o denunce per carenze strutturali è stato effettuato dai carabinieri del nucleo antisofisticazione dei Salerno.

Consiglia

Cronaca

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->