Senza se e senza ma, si deve vincere

Scritto da , 11 marzo 2017

 

di Fabio Setta

SALERNO. Qual è la vera Salernitana? Questa è la risposta che ci si attende dal match di oggi contro il Brescia. Quella spenta di Trapani? Quella arruffona vista contro la Spal o quella tutto cuore, grinta ed equilibrio ammirata a Benevento? Probabilmente una via di mezzo ma oggi servirà una Salernitana in versione derby. Questa con il Brescia, infatti, è una gara cruciale nella corsa salvezza. I granata, che non vincono in casa dal 22 gennaio, hanno l’obbligo, in un Arechi che non sarà di certo pieno, dato che in prevendita sono stati venduti 2206 tagliandi, di centrare i tre punti per cercare di allontanarsi dalla zona caldissima della classifica. In attesa delle penalizzazioni che potranno stravolgere la graduatoria del torneo cadetto, i granata devono pensare a raggranellare punti che sono davvero vitali. Il Brescia arriva a Salerno, reduce da quattro ko consecutivi e con il tecnico Brocchi in bilico. La Salernitana, però non potrà certo fare sconti. Per quanto riguarda la formazione, c’è da dire che le diverse assenze non hanno aiutato Bollini nello sciogliere i classici dubbi della vigilia. La certezza è rappresentata dal modulo che sarà il 4-3-3- visto a Benevento. Novità nell’undici, invece, sono inevitabili, considerate le squalifiche di Odjer e Improta e l’infortunio di Busellato, non convocato al pari di Mantovani. In difesa davanti a Gomis, ci saranno sicuramente Perico, Tuia e Bernardini, mentre a sinistra è in corso il ballottaggio tra Bittante e Vitale. la scelta dipenderà anche dalla composizione del centrocampo. Se, come sembra, dovessero giocare Minala, Ronaldo e Zito a completare il quartetto difensivo sarebbe Bittante, che assicurerebbe maggior copertura rispetto a Vitale. Se al posto di Zito dovesse giocare Della Rocca, Bollini opterebbe per Vitale per assicurare maggior spinta sull’out mancino. In attacco ci sarà il ritorno di Rosina dal primo minuto e l’esordio da titolare per Sprocati che molto bene ha fatto a Benevento, una volta subentrato. Al centro dell’attacco naturalmente massimo Coda, sempre più leader e trascinatore della squadra granata. Inevitabile, ancora una volta, la panchina per Alfredo Donnarumma. COSI’ IN CAMPO ORE 15 SALERNITANA (4-3-3): Gomis; Perico, Tuia, Bernardini, Bittante; Minala, Ronaldo, Zito; Rosina, Coda, Sprocati. A disposizione: Terracciano, Vitale, Luiz Felipe, Schiavi, Garofalo, Grillo, Zito, Donnarumma, Joao Silva. All. Bollini BRESCIA (4-3-3): Minelli; Untersee, Romagna, Blanchard, Prce; Dall’Oglio, Martinelli, Sbrissa; Camara, Caracciolo, Mauri. A disposizione: Serraiocco, Coly, Calabresi, Fontanesi, Crociata Lancini, Martinelli, Modic, Torregrossa. All. Brocchi. ARBITRO: Serra di Torino (Villa di RiminiD’Apice di Parma. IV Uomo: Nicoletti di Catanzaro)

 

Consiglia