Sebastiano Somma apre il Coffi Festival: «Ho visto tanto talento. Confronto essenziale»

Scritto da , 15 Dicembre 2018
image_pdfimage_print

di Adriano Rescigno

Si apre con la testimonianza dello straordinadio attorre partenopeo il Coffi Festival, manifestazione cinematografica dedicata ai cortometraggi. Sala conferenza gramita quella dell’Hotel Bristol, alla presenza dell’assessore al turismo Giovanni De Simone, la consigliera comunale Annalaura Raimondi, del presidente della ProLoco Cosmo di Mauro e del direttore artistico del festival Andrea Recusti. Premiati alla fine dalla prima giornata i ragazzi registi delle categorie “Documentari” e “Animazione” grazie al contributo tecnico dell’attore partenopeo Sebastiano Somma: «Ho visto talento, la tematica dell’immigrazione in questo periodo la fa padrone, ma non solo. Ci sono delle storie molto interessanti, bei soggetti che al meglio rappresentano spaccati quotidiani». Somma, cresciuto a Napoli fino ai ventidue anni, che ha intra
preso la carriera di attore sin dai quindici ha tenuto a sottolineare: «Il mio percorso è stato variegato ma ho cominciato ad avere una passione verso questo mestiere nel momento in cui ho avuto la possibilità di lavorare al fianco di diverse figure di spessore del settore, che mi hanno dato modo di lavorare al meglio sull’aspetto psicologico dei personaggi ed ho capito quanto può essere incredibile questo lavoro». Nel corso della presentazione della serata l’attore partenopeo ha tenuto a sottolineare: «E’ faticoso ma quando entri in contatto con determinate persone inizi ad amare la tua professione: uno di questo è stato Enzo Trapani, i giovani oggi neanche lo conoscono. Questa generazione dimentica tutto troppo facilmente. L’incrocio con personaggi di spicco ha arricchito il mio bagaglio tecnico-culturale, è fondamentale confrontarsi. La recitazione non sempre è un dono, ci si può lavorare con studi e fatica». Questa mattina invece in programma alle 10.30 all’interno della Congrega, la proiezione dei finalisti per la categoria “Scuola” alla presenza dell’attrice Denise Capezza, la Marinella della fiction Gomorra.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->