Scuole Fiorentine, è ancora caos

Scritto da , 7 Gennaio 2019
image_pdfimage_print

di Andrea Bignardi

Non si ferma la querelle tra sindaco ed opposizioni sulla situazione delle scuole Fiorentino, dichiarate inagibili nel giugno dello scorso anno e da allora non più impiegate alla loro destinazione originaria. Giuseppe Provenza, ex coordinatore cittadino di Forza Italia, dimessosi nella scorsa settimana, ed ora approdato al mondo dell’attivismo civico, sempre nell’ambito della coalizione di centrodestra, ha continuato a portare avanti toni critici su una questione attenzionata già quando coordinava gli azzurri di Battipaglia. Nel mirino di Provenza è finita una determina comunale, la numero 1456/2018, con la quale si stabiliva la concessione ad uso gratuito di due locali posti a piano terra degli edifici scolastici alla compagnia Avalon Teatro. “Nulla contro la compagnia Avalon, ma questi sugnori dell’Amministrazione ci hanno stancato” ha tuonato Provenza, che ha aggiunto: “La spesa inizialmente prevista di 392.000 euro è destinata a moltiplicarsi, sindaca dimettiti!”, contestando dunque l’interruzione, testimoniata proprio dalla determina in questione, dell’abbattimento e della ricostruzione dell’edificio. Provenza ha inoltre attaccato la giunta anche nel merito dell’assegnazione dei locali alla compagnia teatrale Avalon, giustificata alla stampa dal primo cittadino di Battipaglia dalla presenza di un rapporto fiduciario con gli attori del gruppo assegnatario dei locali dell’istituto. “Sindaca, le scuole Fiorentino non sono le tue”, ha dichiarato l’avvocato sul suo profilo Facebook, definendola “incapace ad amministrare ed inadeguata al ruolo di Sindaco”. Una voce di dissenso, quella di Provenza, a cui di recente se ne sono aggiunte altre, a cominciare da quella del consigliere di minoranza Alfonso Baldi, che ha annunciato nei giorni scorsi l’avvio di una petizione per chiedere lumi sulla questione.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->