Scuola: si va verso il rinvio dell’apertura

“Da qualche ora gira in rete un documento falso. Voglio comunicare ufficialmente a tutti che l’ordinanza n.4 del 4 settembre 2020 è una FAKE NEWS”. Così l’assessore regionale Lucia Fortini, dopo che la falsa ordinanza ha iniziato a circolare prima su facebook e poi tra i vari gruppi delle mamme e degli studenti della Campania. Una fake news che i ragazzi soprattutto hanno condiviso velocemente, felici di poter rientrare in classe con una settimana di ritardo e di potersi godere ancora qualche altro giorno di mare. L’ assessore alla pubblica istruzione ha precisato che “Si tratta di una falsa ordinanza su carta intestata della Regione Campania, perfettamente contraffatta, riguardante la data di apertura dell’anno scolastico. In primo luogo, ricordiamo che la data di apertura dell’anno scolastico non si decide attraverso un’ordinanza, ma attraverso una delibera di Giunta. A tal proposito, ribadiamo, come abbiamo già comunicato, che sarà convocata per inizio settimana prossima un’apposita riunione della Giunta regionale per decidere in tal senso. Per evitare confusione e false informazioni, vi invitiamo a seguire soltanto le comunicazioni che trovate, per quanto concerne la Regione Campania, sul sito istituzionale, sul Burc e sulle pagine social certificate, utilizzate per tenervi costantemente e puntualmente aggiornati”. E in merito alla riapertura delle scuole oggi su facebook è intervenuto anche il governatore Vincenzo De Luca, il quale ha espressamente dichiarato difficile riuscire a riaprire le scuole il prossimo 14 settembre. “Stiamo cercando di far arrivare in Campania quanto più materiale possibile per la scuola, banchi, sedie, materiale sanitario. Se avessimo deciso qualche settimana fa di rinviare l’inizio dell’anno scolastico, non sarebbe arrivato nulla in Campania. La situazione oggi non ci consente di aprire in tranquillità le scuole il 14 settembre. Abbiamo valutato il personale, le aule, i trasporti, la misura temperatura”. Si conferma dunque l’anticipazione emersa ieri durante l’incontro con i sindacati: ovvero che la scuola in Campania sarà aperta con molta probabilità il 24 settembre. E mentre si aspetta l’ufficializzazione della notizia alcuni sindaci della provincia di Salerno hanno comunque deciso di organizzarsi da soli emettendo alcune ordinanze proprio in merito alla riapertura degli istituti scolastici. Proprio come ha fatto il sindaco di Positano che già da una settimana aveva stabilito che nella sua cittadina le scuole si sarebbero riaperte il 24 settembre. Anche il sindaco di Angri ieri ha emesso un’ordinanza di rinvio dell’apertura delle scuole materne, elementari e medie. Questi plessi infatti si apriranno il prossimo 28 settembre, mentre i ragazzi delle scuole superiori di Angri, rientreranno in classe come da disposizioni regionali, ovvero il 14 settembre, oppure il 24 se De Luca dovesse stabilire il rinvio, oramai tanto atteso e sperato da tutti, dell’inizio dell’anno scolastico