Scontri allo Stadio: arrestati dalla Polizia 8 tifosi ultras della Cavese

Scritto da , 16 maggio 2016
cavese-incidenti-reggina

Nel pomeriggio di domenica poco prima dell’iniziodell’incontro di calcio “USD Cavese 1919 – ReggioCalabria”, disputatosi presso lo stadio Simonetta Lamberti di Cava de’ Tirreni (SA), un gruppo di facinorosi, appartenenti agli ultras metelliani, armati di cinghie e oggetti contundenti, ha invaso il terreno di gioco ed ha raggiunto il settore occupato dai sostenitori reggini, scagliando oggetti e fumogeni all’indirizzo delle forze di polizia e dei tifosi avversari e tentando di venire a contatto con questi ultimi.

Ne è scaturito un fitto lancio di oggetti e di invettive tra i gruppi contrapposti e nell’occorso sono rimasti contusi tre agenti di polizia e un sostenitore reggino. Dopo essere stati allontanati dal personale delle forze dell’ordine in servizio di Ordine Pubblico, gli autori del raid sono rientrati nel proprio settore cercando di confondersi tra gli altri tifosi. La DIGOSdella Questura di Salerno diretta dal Vice Questore Aggiunto dr. Luigi Amato, con la collaborazione  del personale del Commissariato di P.S. di Cava de’ Tirreni, retto in questi giorni dal Vice Questore Aggiunto  Dr.ssa Giuseppina Sessa, ha intrapreso, nell’immediatezza, una mirata attività investigativa basata sull’analisi dei filmati effettuati da personale della Polizia Scientifica, allo scopo di individuare gli appartenenti alla tifoseria ultras metelliana resisi responsabili degli atti di intemperanza.

Consiglia