Sconti sul web ma è una truffa, nocerino alla sbarra

Sconti truffa sul web, altro processo fissato per il prossimo 15 settembre a carico di un 34enne nocerino. La vicenda riguarda un nuovo caso collegato al sistema truffaldino escogitato nella rivendita truccata di articoli elettronici. Avrebbe posto fittiziamente in vendita prodotti elettronici scontati fino al settanta per cento. Alcuni acquisti effettuati da clienti ignari, attratti dai super sconti, si rivelavano una truffa. Si tratta di procedimenti ricollegati a diverse denunce sporte dagli acquirenti, che pagavano bonifici per centinaia di euro senza ricevere nulla. L’uomo finì al centro di una operazione investigativa scattata all’inizio del 2019 nei confronti di un gruppo di persone impegnate nei raggiri on-line organizzati sistematicamente, con base a Nocera Inferiore e Roccapiemonte. A Bergamo, in un ulteriore procedimento, lo stesso risponde di aver avviato la compravendita di un telefono cellulare, facendosi accreditare 399 euro previo bonifico bancario sul conto di una società, con altri 658 euro pagati dallo stesso acquirente su una postapay intestata ad un’altra persona, senza consegnare il prodotto. Successivamente, dopo l’avvio della trattativa web, il telefono non fu inviato al legittimo acquirente, con l’inadempienza degli obblighi e l’ingiusto profitto: lo stesso copione della maxi indagine principale, in linea con quanto contestato ora e per il quale si va a dibattimento a settembre.