“Scioglimento del Comune per condizionamenti mafiosi”

Scritto da , 7 febbraio 2017
image_pdfimage_print

di Brigida Vicinanza

“Il gruppo Rousseau ha richiesto al Prefetto di Salerno ed al Ministro dell’Interno l’attivazione dell’apposito procedimento di verifica della sussistenza di collegamenti con la criminalità organizzata di tipo mafioso o similare nel Comune di Salerno”. Il gruppo salernitano, dopo il suo annuncio di qualche giorno fa, procede spedito verso l’obiettivo e ora mette nero su bianco la sua richiesta. Il Rousseau infatti, dopo le ultime vicende che hanno riguardato Palazzo di Città, è sceso in campo nuovamente nella sua battaglia: “Il Prefetto di Salerno ha i poteri necessari al di là di problematiche penalistiche di disporre tutti gli accertamenti necessari per verificare la situazione, anche disponendo accessi presso l’ente interessato. Lo prevede la legge – si legge in una nota, in cui il gruppo provvede ad elencare i punti in cui la legge consentirebbe appunto l’azione che i membri del gruppo stanno provando a portare avanti – “Il Prefetto competente per territorio dispone ogni opportuno accertamento, di norma promuovendo l’accesso presso l’ente interessato. In tal caso, il prefetto nomina una commissione d’indagine, composta da tre funzionari della pubblica amministrazione, attraverso la quale esercita i poteri di accesso e di accertamento di cui è titolare per delega del Ministro dell’interno”.  Il gruppo, guidato dall’avvocato salernitano Oreste Agosto, ha poi continuato: “Detto procedimento di natura preventiva serve a fronteggiare anche circostanze estranee all’area propria dell’intervento penalistico, anche nei casi, in cui le situazioni di per sé non rivelino direttamente, né lascino presumere, l’intenzione degli amministratori di assecondare gli interessi della criminalità organizzata”. Insomma, sempre a difesa dei cittadini e soprattutto della legalità, il gruppo Rousseau continuerà a portare avanti la “battaglia della trasparenza”, ma soprattutto del rispetto delle regole e delle leggi, che a quanto pare e sempre secondo i membri del gruppo, al Comune di Salerno inizia a mancare. Insomma il gruppo Rousseau vorrebbe capire come avviare ulteriori verifiche, per lo scioglimento del Comune di Salerno, a causa di infiltrazioni camorristiche, ma soprattutto alla luce delle indagini che non lasciano un attimo di respiro Palazzo Guerra, in questi giorni. Il gruppo Rousseau poi ha concluso:“La richiesta del gruppo arriva sempre a difesa dell’interesse pubblico, per tutelare il buon andamento, l’imparzialità e legalità dell’azione amministrativa”.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->