Schianto mortale per colpadelle piante. Condannati due funzionari comunali

Scritto da , 25 novembre 2018
image_pdfimage_print

di Andrea Pellegrino

L’assenza di manutenzione del verde pubblico ha causato la morte di uno scooterista. Per questi motivo sono stati condannati per omicidio colposo Ugo Ciaparrone e Angelo De Donato, rispettivamente responsabile delle cooperative sociali per la manutenzione del territorio e funzionario dell’ufficio traffico e segnaletica del Comune di Salerno. La sentenza è stata pronunciata ieri dalla dottoressa Cioffi. Entrambi gli imputati sono stati condannati alla pena di sei mesi di reclusione (pena sospesa) mentre il Comune al risarcimento del danno nei confronti dei parenti della vittima. L’incidente risale al 2010 quando Roberto Balsamo, alla guida del suo scooter venne investito da un’auto all’altezza dell’incrocio di via Pepe, nel quartiere Mariconda. Secondo il giudice, la mancata manutenzione del verde pubblico e quindi il mancato taglio delle siepi (alte 2 metri al momento dell’incidente) avrebbero impedito una visuale allo scooterista, provocando così l’impatto mortale con l’auto. Nel 2012 il rinvio a giudizio da parte del Gup Boccassini che ha, tra l’altro, sostenuto anchele tesi dell’avvocato della parte civile Antonio Borrasi. Da qui il processo che ha portato, poi, alla condanna in primo grado

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->