Scherma, Michele Gallo vince il Trofeo Nazionale, Kinder Più Sport”

Scritto da , 9 aprile 2014

Voleva vincere. Ha finito per trionfare. E non è proprio la stessa cosa. Michele Gallo, giovane promessa della Nedo Nadi Salerno, è salito sul gradino più alto del podio a San Severo aggiudicandosi il “Trofeo Nazionale Kinder Più Sport” per la categoria Ragazzi di sciabola, il “gran prix” a punti della scherma under 14. Lo sciabolatore salernitano in terra pugliese ha bissato il successo ottenuto nella prova inaugurale del circuito, a Lucca: altro primo posto, apoteosi meritatissima. Alla vigilia, specie dopo un maledetto infortunio accusato nelle scorse settimane che ne ha persino messo in dubbio la presenza in pedana a San Severo, Michele Gallo aveva ceduto alla suggestione di fare due calcoli: forte della vittoria in Toscana, con una concomitanza positiva delle prestazioni dei più immediati concorrenti, sarebbe potuto bastare un buon piazzamento per portarsi a casa il titolo nazionale. Però, quando ha impugnato la sciabola, ha voluto e ottenuto tutto.

Testa di serie numero uno dopo la fase a gironi, ha continuato a tirare alla grande nel tabellone a eliminazione diretta, facendo fuori, uno dopo l’altro, il formiano Traversi (15/6), il fiscianese Citro (15/6), il barese Pellegrino (15/9) e il sanseverino Bonsanto. Proprio quel match, vinto per 15/11 sull’atleta di casa, ha regalato a Gallo in un sol colpo la certezza d’un posto sul podio e l’aritmetica del “Trofeo Kinder Più Sport”. Però lo sciabolatore della Nedo Nadi non si è accontentato. Ha superato anche il palermitano Labarbera in semifinale (15/10), per poi completare il suo personalissimo capolavoro nella finale contro il padovano Nigri (battuto ancora per 15/10).

Il trionfo di Michele Gallo è figlio del suo talento e – soprattutto – del grande lavoro quotidiano con i tecnici Luca Chiei e Gigi Tempesta e il preparatore atletico Giovanni De Martino. Ma la gioia del settore sciabola della Nedo Nadi, che a San Severo ha registrato anche le buone prestazioni di Benedetta CapeceGiorgia Gambardella eVincenzo Bisogno, è enfatizzata anche da un altro risultato raggiunto invece nella categoria Master. Nella prova nazionale dei “veterani” svoltasi a Zevio, infatti, Anna Renna ha ottenuto una splendida vittoria, rincorsa da tempo dopo tanti piazzamenti (positiva in Veneto anche la gara di Cesare Pedrizzi).

Sigillo a week-end da ricordare per il club salernitano del presidente Teresa Russo, infine, il doppio podio a Roma di Ida Finizio e Carlo Gallo, rispettivamente seconda e terzo nel “Trofeo del Sabato” di spada, dove si sono ben disimpegnate anche altre due allieve della maestra Ewa BorowaAntonella Fiordelisi e Ludovica Picarone. Per la Nedo Nadi davvero un fine settimana da incorniciare.

Consiglia