Scende in campo Luna Ferraioli

Scritto da , 25 Febbraio 2019
image_pdfimage_print

di Marco Califano

«comunico alla città di pagani che, ufficialmente, guiderò la lista Sinistra per pagani in questa nuova competizione elettorale», con queste parole si presenta la neo candidata alla carica di sindaco di pagani, Luna Ferraioli, unica donna in corsa alle prossime amministrative. «Mi corre l’obbligo di ringraziare le compagne e i compagni, le amiche e gli amici e tutte le persone che condividono con me l’esperienza di Spazio aperto per il grandissimo onore che mi è stato concesso». continua ad affollarsi, quindi, il corridoio che porterà alla poltrona da primo cittadino nella città di Sant’alfonso. con le elezioni imminenti e una campagna elettorale entrata già nel vivo, volgono ormai al termine tutti gli accordi elettorali dei 6 candidati propostisi fin’ora. in settimana, inoltre, è attesa la presentazione ufficiale del candidato dei dissidenti di Bottone con in testa l’avvocato raffaele de pasquale. di pochi giorni fa, invece, è la notizia dell’unica donna scesa in campo per la carica tanto ambita. «il mio impegno nel sociale e per il miglioramento della vita del nostro territorio è stato sempre tra le mie priorità. insieme a tanti cittadini – continua Luna Ferraioli – numerose sono state le iniziative che mi hanno vista protagonista o partecipe. dal contrasto alla privatizzazione dell’acqua, a quella per il potenziamento delle strutture sanitarie fino all’ammodernamento delle nostre scuole, passando a quella di destinare più verde e spazi fruibili per i cittadini e in particolare per i bambini, ponendo fine alla sciagurata cementificazione della città». non risparmia, ovviamente, le accuse ai suoi diretti rivali, il cui modello amministrativo viene definito senza remore alcune “fallimentare”. «Sono, ormai, quasi vent’anni che il centro-destra amministra pagani – afferma la neocandidata – e, prima Gambino su cui cadono le maggiori responsabilità, poi Bottone, de prisco e tutta la schiera degli occupanti il seggio di consiglieri comunali dovrebbero spiegare alla città come sia stato possibile ridurre alla povertà la nostra bella cittadina.  invece si ripresentano e danno luogo a quella che ha il sapore della “resa dei conti”, mortificando ancora di più la città». L’appello della Ferraioli è rivolto a tutti i cittadini: «dobbiamo reagire con la sola arma per contrastare quella che passerà alla storia come la peggior classe dirigente della città: il voto democratico, civile, consapevole e partecipato. a quelli che sono sfiduciati, rassegnati, a quelli che che pensano che sia tutto inutile, io dico che bisogna combattere, resistere, mettendo in campo intelligenza, sensibilità e competenze. Gambino, da parte sua, ha quasi chiuso l’accordo con la Lega, Fratelli d’italia, Udc e Grande pagani. Un’alleanza che punta alla conquista della città mettendo in campo il candidato che, stando alle voci dei cittadini, si presenta come il più forte e carismatico. continua, invece, in solitaria la corsa dell’avvocato Lello de prisco. il Movimento 5 stelle, invece, si trova ancora a dover affrontare alcune difficoltà sulla scelta di Santino desiderio come candidato, non condiviso da alcuni membri del movimento. Bottone, infine, mantiene l’alleanza con il pd, ma il partito ha confermato che non ci sarà alcuna lista con il proprio simbolo,

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->