Scandalo Ior, arrestato Monsignor Scarano

Scritto da , 28 giugno 2013
image_pdfimage_print

Un alto prelato di Salerno, un broker e un carabiniere ex funzionario dei servizi segreti dell’Aisi sono stati arrestati questa mattina nell’ambito di un filone dell’inchiesta della procura di Roma sullo Ior.

 

Il provvedimento cautelare è stato firmato dal Gip Barbara Callari. Le accuse sono di truffa ai danni dello Stato, calunnia e corruzione.

L’ordinanza di custodia cautelare è stata eseguita dal nucleo speciale di polizia valutaria della Guardia di Finanza. Gli arrestati sono monsignor Nunzio Scarano, l’ex funzionario dell’Aisi Giovanni Maria Zito e il broker Giovanni Carinzo.

La vicenda riguarda il rientro dalla Svizzera di 20 milioni di euro in contanti a bordo di un jet privato. Il denaro sarebbe appartenuto ad alcuni amici del monsignore e per il trasporto Zito avrebbe ricevuto 400 mila euro. Gli accertamenti sul caso sono coordinati dal procuratore aggiunto di Roma Nello Rossi.

Monsignor Scarano era stato indagato due settimane fa per riciclaggio di 560mila euro dalla procura di Salerno e ieri era stato sospeso dal suo incarico di responsabile del servizio di contabilità analitica all’Apsa (Amministrazione del patrimonio della Sede Apostolica).

 

28 giugno 2013

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->